Honeywell, Melilla incontra i lavoratori in sciopero

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Oggi pomeriggio l'onorevole Gianni Melilla ha incontrato, davanti i cancelli della fabbrica, i lavoratori in sciopero della Honeywell di Atessa (CH). Dialogando con i lavoratori e le rappresentanze sindacali il Deputato di Articolo UNO - MDP ha confermato il proprio impegno presso il Ministero dello Sviluppo Economico affinché individui delle proposte di politica industriale che possano incentivare la permanenza della Honeywell in Val di Sangro, per la risoluzione della vicenda nonché per chiedere che l'incontro tra le parti, previsto a Roma per il 2 ottobre, sia anticipato alla prossima settimana tenendo conto che i lavori stanno tenendo un presidio permanente giorno e notte con un grave disagio, fisico, economico e familiare. "È grave che si voglia delocalizzare una realtà di eccellenza come la Honeywell, che non sta subendo crisi di mercato, ma solo per le scelte aziendali che in questo modo non tengono conto dell'esperienza dei lavoratori e della qualità del prodotto. È altrettanto preoccupante che all'interno della UE esista una differenza di salario da Paese a Paese che favorisca le delocalizzazioni mettendo in atto una vera e propria operazione di dumping sociale. Ci batteremo per una soluzione seria e duratura per evitare una chiusura che, coinvolgendo 420 lavoratori, rappresenterebbe un vero dramma sociale per un intero pezzo d'Abruzzo." La visita di oggi segue le due interrogazioni parlamentari già presentate dall'On. Melilla al Ministro Calenda.

Torna su
ChietiToday è in caricamento