Economia

Honda, 7.000 moto in più rispetto alle previsioni: sarà un 2015 migliore

Crescita dei volumi, tre modelli di punta, ulteriori nuovi ingressi. La Honda inverte una tendenza negativa con un piccolo segno positivo. La Fiom:"Tanti i sacrifici dei lavoratori"

 Leggera ripresa del mercato alla Honda. E’ emerso ottimismo ieri mattina nel corso dell’incontro sindacale a cui hanno partecipato Fim, Fiom, Uilm, Confindustria e i massimi dirigenti dello stabilimento di Atessa.

Si conferma la strategicità dei tre modelli di punta, SH 125, SH 150 ed SH300 che contano per il 12% delle vendite della moto. Ottimismo traspare anche sul piano finanziario con l’Azienda che ha confermato la volontà e la possibilità di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2016. Inoltre, come già annunciato, nell’anno fiscale che va dal 1° aprile 2014 al 31 marzo 2015, saranno prodotte 70.000 moto.

Grazie anche alla crescita dei volumi, che porterà circa 7.000  moto in più rispetto alle previsioni, la Honda svilupperà il seguente piano occupazionale: ai 359 occupati attuali, saranno affiancati 108 lavoratori cosiddetti stagionali (coloro che avevano accettato la mobilità dietro l’impegno dell’Azienda ad essere reinseriti con un criterio di stagionalità); inoltre, l’Azienda lavorerà per ulteriori 36 nuovi ingressi, chiaramente provando ad attingere dal bacino dei mobilitati a lungo termine. E’ stato poi deciso di riattivare il reparto di fonderia, fermo ormai da anni.

“La strada è in salita, la crisi è devastante, ma l’impegno dell’Azienda e dei lavoratori potrà consentire a questo sito di rifarsi- commenta Labbrozzi della Fiom -  I lavoratori hanno dato disponibilità massima al fine di ridare uno slancio produttivo alla Honda di Atessa. Va ricordato che il piano industriale ha prodotto una condizione di grande sofferenza, in tanti hanno perso il lavoro totalmente, c’è chi lo ha perso in maniera parziale e tutti, stagionali e non, hanno perso un pezzo di salario. Agli uomini ed alle donne dallo stabilimento atessano va riconosciuto l’impegno straordinario profuso in questi anni, anche e soprattutto grazie ai loro sacrifici è possibile parlare di possibile rilancio dello stabilimento”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Honda, 7.000 moto in più rispetto alle previsioni: sarà un 2015 migliore

ChietiToday è in caricamento