rotate-mobile
Economia Atessa

Honda Atessa: stop a delocalizzazione in Asia, rilancio in Val di Sangro

L'azienda ha annunciato un investimento di 7 milioni di euro sulle aziende del territorio per produrre i componenti dei due nuovi modelli che dal 2015 usciranno dallo stabilimento di Atessa

La Honda frena la delocalizzazione verso i paesi asiatici e si impegna per l'occupazione in Val di Sangro.

E' quanto emerso ieri da un incontro con i sindacati: l'azienda ha annunciato un investimento di 7 milioni di euro sulle aziende del territorio per produrre i componenti dei due nuovi modelli che dal 2015 usciranno dallo stabilimento di Atessa.

Buone notizie dunque, dopo la stangata per tante famiglie e per l'economia della provincia di Chieti dovuta alla perdita di oltre 700 posti di lavoro nell'indotto.

I sindacati hanno chiesto e ottenuto l'impegno ad assicurare ai lavoratori dell'indotto una priorità occupazionale nelle aziende che acquisiranno le nuove commesse. A questi i dirigenti Honda hanno detto che coinvolgeranno nel progetto anche altre case produttrici di componentistica per moto al fine di creare nuove opportunità occupazionali e produttive per l'industria metalmeccanica chietina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Honda Atessa: stop a delocalizzazione in Asia, rilancio in Val di Sangro

ChietiToday è in caricamento