Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia Gissi

Chiusura Golden Lady: sabato 17 il presidio a Gissi

Le organizzazioni sindacali, le Rsu e i lavoratori si incontreranno davanti allo stabilimento alle 9,30 per mantenere viva l'attenzione sulla drammatica situazione occupazionale che sta colpendo 374 lavoratori e famiglie

La Golden Lady di Gissi il 25 novembre ha chiuso i battenti: 374 persone sono rimaste senza lavoro, senza certezze, senza serenità. La produzione tessile si prepara a trasferirsi da contrada Terzi in Serbia. Non è che uno dei tanti drammatici esempi di crisi occupazionale che sta colpendo le aziende del vastese, assieme a quelle più vicine al capoluogo.

Per ognuna di queste realtà è importante non spegnere i riflettori. Per questo le organizzazioni sindacali, le Rsu e i lavoratori, prenderanno parte domani, sabato 17 dicembre al presidio dinnanzi allo stabilimento di Gissi.

L’intento è coinvolgere quanti più rappresentanti istituzionali possibili, compresi i vari sindaci del comprensorio. “Per conoscere dalle istituzioni quali siano concretamente i benefici che il riconoscimento dell'area di crisi della Val Sinello porterà a tutti coloro che eventualmente fossero interessati ad investire in quell'area” spiega il segretario generale Filctem-Cgil Chieti Giuseppe Rucci.

Alla manifestazione parteciperanno anche il Comitato A’Vast e lo Slai-Cobas Coordinamento Provinciale, assieme ai lavoratori delle altre aziende della zona industriale in crisi. Il presidio avrà inizio alle 9,30.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Golden Lady: sabato 17 il presidio a Gissi

ChietiToday è in caricamento