Economia

Giovani senza lavoro, al via progetto europeo a San Giovanni Teatino

Il Comune di San Giovanni Teatino ottiene il finanziamento ErasmusPlus dedicato ai giovani disoccupati. Al raggruppamento, che ha brillantemente superato la concorrenza di 200 progetti su tutto il territorio nazionale, andranno 300mila euro

da sinistra Annamaria Casini, direttore territorio sociale srl. Luciano Marinucci, sindaco di San Giovanni Teatino, Marinella Sclocco, assessore regionale al lavoro, Alessia Chiacchiaretta, assessore al lavoro del comune di San Giovanni Teatino, Fabrizio Coccetti, coordinatore gruppo progettisti di AIK

Al via il progetto transnazionale E.C.M.Y.N.N.( Enhancing Competences to Meet Young's NEETs Needs) finanziato dall’UE e guidato dal Comune di San Giovanni Teatino.

Si tratta di un primato per l’Abruzzo, dove i giovani NEET (Not in Education, Employment or Training) sono circa 30mila su 1 milione e 300 mila in tutta Italia, aumentati, rispetto al 2012, del 10,2%.

Il Comune di San Giovanni Teatino è capofila del partenariato strategico che include l’impresa sulmonese Territorio Sociale e le organizzazioni pubbliche e private di Spagna, Grecia, Romania e Polonia. Per il progetto ha ottenuto un finanziamento ErasmusPlus di circa 300mila euro, superando la concorrenza di 200 progetti arrivati da tutta la nazione. 

Stamani in Regione a Pescara il sindaco Luciano Marinucci, l’assessore comunale al Lavoro di SGT Alessia Chiacchiaretta, Annamaria Casini, direttore di Territorio Sociale e Fabrizio Coccetti di K_Shift  hanno presentato alla stampa e all’assessore Marinella Sclocco le linee guida del progetto.

E.C.M.Y.N.N. avrà una durata di due anni. Dopo una fase di ricerca sul fenomeno NEET in ciascun territorio interessato - di cui si occuperà Territorio Sociale - gli operatori dei servizi per i giovani delle organizzazioni coinvolte saranno formati per rispondere specificamente con nuovi servizi alle esigenze e ai fabbisogni rilevati della particolare categoria di giovani disoccupati. I risultati della ricerca, della formazione e delle nuove modalità di erogazione, daranno vita ad una serie di strumenti” che saranno di ausilio a chi lavora nel campo dell'occupabilità in tutta Europa.

“Da sempre – ha spiegato il sindaco Luciano Marinucci  –  ci impegniamo nel senso della crescita e del sostegno all’occupazione per abbattere i fenomeni di disagio che derivano dalla mancanza di lavoro. Non a caso il nostro Comune è dotato di uno sportello interno specifico dedicato al lavoro – Sangiò Lavoro – che è uno dei sette in Italia riconosciuti dal ministero del Lavoro. "Siamo i primi in Abruzzo, e i settimi in Italia, - ha continuato l'assessore  al Lavoro Alessia Chiacchiaretta - ad avere l’autorizzazione dal Ministero per svolgere attività di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro”.

Il primo meeting  transnazionale si terrà in aprile a San Giovanni Teatino, mentre l’inizio della diffusione dei risultati è previsto per il dicembre del 2016.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani senza lavoro, al via progetto europeo a San Giovanni Teatino

ChietiToday è in caricamento