Domenica, 24 Ottobre 2021
Economia

Imprese: Confartigianato chiede di facilitare l’accesso al credito

Confartigianato chiede di facilitare l’accesso al credito e lo sblocco immediato dei crediti della pubblica amministrazione in previsione di un 2012 segnato da una forte recessione

Tassi d’interesse dei prestiti schizzati alle stelle rispetto ad un anno fa, meno finanziamenti erogati alle imprese del territorio e una burocrazia che resta ingessata per quanto riguarda le attività imprenditoriali. E’ quanto dice un’indagine condotta dall’Ufficio studi di Confartigianato e riferita all’ultimo scorcio dell’anno appena concluso.

La situazione è allarmante preoccupa soprattutto lo stato di salute dell’economia provinciale, ferma al palo con le imprese che fanno fatica a chiedere e ottenere finanziamenti convenienti. I tassi di interesse applicati dalle banche alle aziende del territorio per prestiti fino a 250 mila euro hanno toccato, a dicembre 2011, la soglia del 5,28%: l’1,71% in più rispetto all’anno predente. In calo, poi, i finanziamenti erogati alle piccole imprese, scesa a novembre 2011 a dello 0,3% rispetto qualche mese prima. La ricetta proposta da Confartigianato alla Provincia spinge sul tornare a favorire subito l’accesso al credito da parte delle imprese e sbloccare i crediti vantati dalle aziende nei confronti della pubblica amministrazione.

“Sollecitiamo - spiega Daniele Giangiulli, direttore provinciale Confartigianato Chieti- la pubblicazione del bando annunciato dalla Camera di commercio per sostenere i consorzi fidi teatini e chiediamo alla Provincia di razionalizzare la spesa accorpando i tre Patti Territoriali e di ridurre in fretta la burocrazia legata alle autorizzazioni che frenano la competitività delle imprese sul territorio.” 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese: Confartigianato chiede di facilitare l’accesso al credito

ChietiToday è in caricamento