menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al lavoro al gelo: polizia penitenziaria in stato di agitazione a Vasto

I sindacati denunciano condizioni di estremo disagio lavorativo alla Casa Lavoro di Vasto e chiedono l'intervento del prefetto

Prosegue lo stato di agitazione alla casa lavoro di Vasto. Alle condizioni di disagio lavorativo già denunciate a fine anno dai sindacati Sappe, Osapp, Fns Cisl e Cnpp, si aggiungono quelle legate all’emergenza maltempo che non ha risparmiato il Vastese. Per questo chiedono anche l’attenzione del prefetto Antonio Corona.

“Il personale – riferiscono i sindacati - lamenta di dover operare la sua delicata attività lavorativa al freddo e al gelo e, soprattutto, la situazione si acuisce ulteriormente nei turni notturni. Quanto lamentato è generato dal mancato funzionamento del riscaldamento per buona parte dei settori del piano terra dell’istituto”.

Altra condizione di disagio che il personale deve affrontare in questi giorni riguarda il tratto di strada che deve essere obbligatoriamente percorso per raggiungere l’istituto, reso ancora più insidioso dalla presenza del manto nevoso e ghiaccio. “Il personale di polizia penitenziaria, così come tutti i dipendenti, non deve essere costretto ingiustamente a simili condizioni di lavoro” scrivono ancora chiedendo anche un intervento del provveditore regionale Cinzia Calandrino verso l’attuale dirigenza. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento