menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gara d'appalto per la riqualificazione di via Aldo Moro a San Giovanni Teatino

L'importo complessivo dell'appalto soggetto a ribasso, esclusi quindi gli oneri di sicurezza (8.235,59 euro) e gli oneri fiscali, è di 260.530,94 euro

Pronta la gara per i lavori di riqualificazione di via Aldo Moro, da via Amendola fino alla rotatoria Aria, a Sambuceto. Venerdì scorso il Comune di San Giovanni Teatino, attraverso la Centrale Unica di Committenza, ha invitato alla procedura negoziata, relativa all'appalto di sola esecuzione, 15 operatori come prevede l'art. 36, c.2 l.c del D.Lgs 18 aprile 2016 n.50.

L'importo complessivo dell'appalto soggetto a ribasso, esclusi quindi gli oneri di sicurezza (8.235,59 euro) e gli oneri fiscali, è di 260.530,94 euro.

L'offerta e la documentazione richiesta dovranno essere presentate, pena l'esclusione dalla gara, entro e non oltre le ore 12 di martedì 30 aprile 2019, sulla piattaforma del sistema del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa) di Consip.

L'appalto per i lavori di riqualificazione e valorizzazione di via Aldo Moro (da via Amendola alla rotatoria Aria) prevede diverse fasi: la fresatura dell'attuale tappetino e il suo rifacimento; la sostituzione della segnaletica verticale ammalorata; la sostituzione della segnaletica orizzontale ed il risanamento della rete di smaltimento delle acque meteoriche in prossimità dell'incrocio tra via Amendola e via Ciancetta. Il tempo utile per ultimare tutti i lavori è fissato in 60 giorni naturali consecutivi, decorrenti dalla data di consegna dei lavori.

Commenta il sindaco Luciano Marinucci: 

Con la gara d’appalto per la riqualificazione di via Aldo Moro, prosegue la stagione di grandi opere per San Giovanni Teatino, frutto di un lungo e meticoloso lavoro da parte dell’amministrazione comunale. Gli interventi di sistemazione fanno seguito a lunghi mesi di lavori sulle strade per la realizzazione di opere infrastrutturali di reti tecnologiche e di urbanizzazione (fibra ottica su tutto il territorio, estendimenti di gas, reti fognarie, reti idriche, etc).

Per la prima volta, si è adottato il metodo di asfaltare le strade quando tutti i lavori sotterranei sono stati ultimati, per evitare lo spiacevole effetto di finire l’opera e di vedere al lavoro, pochi giorni dopo, ditte che manomettono di nuovo l’asfalto da poco realizzato. Dopo via Vittorio Emanuele, via Amendola e via Aldo Moro, toccherà a via Nenni, via Mazzini, una parte di via Cavour e ad altri snodi nevralgici della nostra città. San Giovanni Teatino sta per cambiare completamente faccia, e tutto questo senza chiedere nemmeno un soldo ai cittadini, perché i fondi che andremo ad utilizzare sono risorse messe a disposizione dalla convenzione Terna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento