rotate-mobile
Economia

Le "strade del vino" portano a Chieti: dalla convention il 'libro bianco' per il Ministero

Il presidente Iadanza: "Il must è lanciare un modello italiano di turismo enogastronomico". Anche il Comune di Chieti aderirà alle Città del Vino

Anche Chieti alla convention nazionale delle Città del Vino dello scorso weekend. La Camera di Commercio sabato ha ospitato il forum “Strade del Vino e Distretti Enogastronomici” dal quale esce fuori il “Libro Bianco” delle Città del Vino da consegnare al Ministro per i Beni, le attività culturali e il turismo.

”Per voltare pagina e rilanciare il ruolo strategico del settore – ha detto il presidente delle Città del Vino, Pietro Iadanza - per farlo abbiamo bisogno che il nostro impegno venga ascoltato dagli interlocutori nazionali, dal Governo e dai Ministri, da quello del Turismo a quello dell’Agricoltura. C’è l’esigenza di un’attenzione particolare per il settore del turismo enogastronomico e di un tavolo istituzionale intorno al quale far sedere tutte le controparti interessate. Il must è lanciare un modello italiano di turismo enogastronomico. Da qui nasce il “libro bianco” con le proposte delle Città del Vino per il Ministro Bray”.

L'assessore regionale al turismo Mauro Di Dalmazio in proposito ha lanciato un ammonimento: “Basta parlare di turismo come modello di sviluppo se poi a questo non corrisponde una politica di investimenti e strategie nazionali adeguate”.

Anche il sindaco di Chieti Umberto Di Primio è intervenuto sabato al forum per rimarcare l’importanza dei distretti enogastronomici “ possibili volani per l’uscita dalla crisi attuale” e della centralità del turista all’interno del sistema economico legato all’enogastronomia. “Coniugando cultura, tradizione, eccellenze produttive e sopratutto un’idea vincente di rete e di sistema, fra non molto anche il Comune di Chieti aderirà alle Città del Vino, giacché esse rappresentano non solo una sfida ma una risposta per interi territori che hanno nell’ambiente e nelle produzioni vitivinicole gli elementi di forza, basti pensare ad un esempio di eccellenza come il Trentino Alto Adige”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "strade del vino" portano a Chieti: dalla convention il 'libro bianco' per il Ministero

ChietiToday è in caricamento