menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffineria di petrolio

Raffineria di petrolio

Forest Oil, Bomba: "Progetto nel rispetto delle norme di sicurezza"

La Forest Oil sta preparado le risposte alle integrazioni chieste dalla Regione sul progetto di estrazione di gas vicino al lago di Bomba. L'azienda ha chiesto in una nota che si motivino le ragioni del no

Trentatrè richieste di integrazione sono state poste dalla Regione Abruzzo ai fini della Valutazione di Impatto Ambientale alla società americana Forest Oil, pronta a creare pozzi di idrocarburi sulle sponde del lago di Bomba.

Tanti gli appelli a desistere dal progetto, considerato pericoloso per il territorio, a cominciare da quello della professoressa americana Maria Rita D'Orsogna, fino ai figli dello scrittore di orgini abruzzesi John Fante.

Ma colosso americano del petrolio ha reso noto che entro il 28 ottobre prossimo consegnerà alla Regione le risposte alle richieste, un po' in ritardo rispetto al previsto. "Le ragioni - si legge in una nota della Forest Oil - sono imputabili alla complessità degli argomenti trattati e al loro diretto impatto sull'ambiente esterno. Al fine di fornire risposte di alto livello tecnico-scientifico ai quesiti posti dalla Regione, sono stati coinvolti professionisti e specialisti italiani e stranieri, anche a livello accademico: tale scelta ha comportato un allungamento dei tempi di redazione delle risposte".

Per l'azienda il progetto presentato al Comune di Bomba e alla Regione Abruzzo è stato elaborato nel pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza e tutela dell'ambiente e chiede che le dichiarazioni di contrarietà al progetto, espresse dagli esponenti politici di Bomba a seguito della visita della Quarta Commissione Regionale, vadano supportate e integrate dalle opportune motivazioni.

Difficile per la Forest Oil comprendere perchè un amministratore locale debba opporsi a un progetto capace di portare occupazione, investimenti e risorse per le pubbliche amministrazioni "Nel pieno rispetto e tutela dell'eco-sistema - precisano - un 'no' a prescindere e senza motivazioni non aiuta i cittadini a comprendere le valutazioni espresse dagli amministratori locali.

La nota dell'azienda si conclude precisando che "non tutti gli assessori comunali sono contrari al progetto: l'assessore all'Urbanistica del Comune di Bomba Luigi Gentile, ad esempio, ha espresso il proprio parere favorevole al progetto, con le opportune motivazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento