Economia

La Regione stanzia 600 mila euro per le associazioni e le società sportive danneggiate dalla crisi

Si tratta di un contributo fisso, calcolato proporzionalmente alla dimensione degli impianti sportivi dove vengono disputate le gare delle rispettive squadre


La Regione Abruzzo stanzia altri 600 mila euro per le associazioni e le società sportive dilettantistiche o professionistiche danneggiate dalla crisi derivante dall’emergenza Covid. Lo prevede una delibera approvata oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale allo Sport, Guido Liris: I destinatari delle misure sono associazioni sportive e società che partecipano a campionati di sport di squadra e di contatto organizzati e gestiti dalle rispettive federazioni nazionali del Coni o del Cip, il Comitato italiano paralimpico.

"Una misura destinata alle compagini di più alto livello che costrette a sostenere ingenti esborsi che non vengono compensati dagli incassi derivanti dalla partecipazione del pubblico di norma pagante, oggi vietato, e dalle sponsorizzazioni, che in virtù della crisi pandemica hanno avuto una ovvia notevole contrazione" sottolinea la Regione in una nota.

Si tratta di un contributo fisso, calcolato proporzionalmente alla dimensione degli impianti sportivi (stadi o palazzetti che siano) dove vengono disputate le gare delle rispettive squadre, assegnato a tutti richiedenti: si va 2.500 euro per impianti fino a 500 spettatori per arrivare a 15 mila euro per quelli superiori a 10 mila.

"La misura in questione – dice l’assessore Liris – è l’ennesima a sostegno delle associazioni e delle società per cercare di attutire gli effetti della crisi e pianificare una ripartenza quanto più celere e piena possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione stanzia 600 mila euro per le associazioni e le società sportive danneggiate dalla crisi

ChietiToday è in caricamento