Arrivano fondi dal ministero per lavori nelle scuole di Ortona

Si tratta dell’adeguamento sismico della scuola primaria di San Giuseppe e della scuola di Caldari e la riqualificazione della scuola primaria di Villa Grande

Fondi ministeriali per lavori in tre istituti scolastici di Ortona. Il ministero delle Infrastrutture e trasporti ha pubblicato la graduatoria generale dei Comuni ammessi al cofinanziamento di progetti di opere pubbliche. Tra questi, il Comune di Ortona è stato ammesso al cofinanziamento di tre progetti riguardanti interventi sulle strutture scolastiche.

In particolare, il finanziamento ministeriale copre l’80% delle spese previste per la redazione dei progetti e nel caso dei tre interventi sulle scuole ortonesi l’importo è di 56mila su un totale di 70mila euro. I progetti da presentare riguardano l’adeguamento sismico della scuola primaria di San Giuseppe e della scuola di Caldari e la riqualificazione della scuola primaria di Villa Grande. I tre interventi fanno parte delle priorità di edilizia scolastica presenti nel programma triennale delle Opere pubbliche.

"L’ufficio tecnico comunale ha colto l’opportunità concessa dal 'Fondo progettazione' del ministero – commenta il sindaco Leo Castiglione – che ripartiva dei finanziamenti per integrare i fondi stanziati dai Comuni su progetti di opere pubbliche e in particolare su quelli riguardanti l’adeguamento alla normativa sismica degli edifici e strutture scolastiche. L’edilizia scolastica è una delle priorità di questa amministrazione e con la richiesta di cofinanziamento approvata dalla giunta comunale lo scorso agosto abbiamo partecipato a questa selezione. Appena verranno redatti i tre progetti potremmo accedere ai relativi finanziamenti previsti per eseguire gli interventi che in totale ammontano a oltre un milione di euro".

La giunta comunale ha anche approvato la scorsa settimana il progetto definitivo dei lavori di riqualificazione della sede comunale degli uffici demografici e dell’anagrafe nell’ex Convento Agostiniano, su corso Matteotti. Si tratta di un intervento di 100mila euro da finanziarsi attraverso un mutuo presso la Cassa depositi e prestiti, con cui si prevede la sostituzione degli infissi in legno che attualmente presentano uno stato di deterioramento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sostituzione degli infissi, oltre a rappresentare un intervento di manutenzione straordinaria che preserva, d’intesa con la Soprintendenza, l’edificio di pregio storico, risponde anche all’attuale normativa con la dotazione di vetri antisfondamento su entrambi i lati delle finestre", commenta l'assessore ai Lavori pubblici Cristiana Canosa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento