menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianfranco Reale, segretario interregionale Filca-Cisl Abruzzo Molise

Gianfranco Reale, segretario interregionale Filca-Cisl Abruzzo Molise

Filca-Cisl, rinnovata l’istituzione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale

Reale: "Passo avanti per il rinnovo del contratto integrativo provinciale di Chieti, fermo ormai dal lontano 2012 e che interessa circa 5000 lavoratori"

E' stato rinnovato, nella sede di Confindustria Chieti/Pescara, l’accordo attuativo per gli R.L.S.T. fra l’Ance e le organizzazioni sindacali di categoria Filca-Cisl, Fillea-Cgil e Feneal-Uil della provincia di Chieti: dal primo gennaio andrà a disciplinare le attività quotidiane di tali figure, nell’ambito della prevenzione ed assistenza nei cantieri edili.

"L’intesa  di oggi, di fatto non cancella mesi di chiusura da parte dell’Ance di Chieti di fronte all’incalzare delle nostre proposte, - commenta Gianfranco Reale, segretario interregionale Filca-Cisl Abruzzo Molise e responsabile territoriale della provincia di Chieti - ma ci fa ben sperare che nei prossimi mesi il cammino intrapreso abbia un seguito che ci porti ad ulteriori risultati, primo fra tutti il rinnovo del contratto integrativo provinciale di Chieti, fermo ormai dal lontano 2012 e che interessa circa 5000 lavoratori della nostra provincia.

Siamo soddisfatti che finalmente si sia riaperto un dialogo con la controparte datoriale - continua Reale - indispensabile per la contrattazione da sempre, soprattutto tenendo conto che la governance degli Enti Bilaterali che, fino a poco tempo fa era diventato complicato come in tutte le cose quando non c’e’ serenità e condivisione nelle scelte. Abbiamo di fronte una crisi che ha dilaniato il settore delle costruzioni in maniera profonda e siamo convinti che per  ricostruire un settore così importante per l’intera economia locale, occorra l’impegno di tutti, bisogna fare squadra, le nostre maestranze, hanno grande professionalità, ma ciò non basta se le opportunità mancano, se la politica divaga e se gli investimenti non vengono incentivati e soprattutto quando manca la volontà politica di immedesimarsi nelle necessità del mondo del lavoro. Non c'è più tempo da perdere, bisogna sbloccare le procedure di appalti, ferme anche per intoppi burocratici, spendere le risorse e dare una boccata d'ossigeno a un comparto devastato dalla~crisi - conclude Reale - La situazione è drammatica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento