Expo, le nonne d'Abruzzo svelano le ricette

La mostra allestita dagli studenti di Architettura dell'Università D'AnnunzioFotografando da uno smartphone il volto di ciascuna nonna, grazie al codice Qr, si attiva l'audio relativo alla spiegazione delle ricette

Una tavola imbandita, piatti, posate e gli sguardi di sette nonne che osservano i futuri commensali. Ma le stoviglie sono disegnate, i piatti sono tablet, e i ritratti delle nonne appese alla parete sono foto con tanto di codice Qr posizionato sulla bocca delle anziane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' la mostra allestita dagli studenti di Architettura dell'Università D'Annunzio Chieti-Pescara dal 3 al 9 luglio al Padiglione dell'Abruzzo all'Expo: un viaggio attraverso le delizie della cucina abruzzese dai fiadoni di Montesilvano all'agnello 'cacio e ovo' di Città Sant'Angelo, dalla coratella di Avezzano alla mugnaia di Elice, passando per gli gnocchetti e ceci di Celano, i cinciarielli di Fallo e le cioffe di Sulmona. Fotografando da uno smartphone con un'apposita app il volto di ciascuna nonna, grazie al codice Qr, si attiva l'audio relativo a ognuna delle nonne che spiegherà come realizzare una delle 7 ricette. La stessa ricetta la si può vedere realizzata in video, cliccando sui tablet posizionati a tavola come fossero dei piatti. Per arrivare nell'angolo delle ricette si passa attraverso un corridoio che riproduce 'La figlia di Iorio' di Francesco Paolo Michetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro nuovi corsi di laurea all’università “d’Annunzio”

  • Muore a 15 anni dopo lo schianto con lo scooter: terribile lutto a San Giovanni Teatino

  • Referti falsi via WhatsApp dopo gli esami: nei guai una ginecologa della Asl di Chieti

  • Coronavirus: ci sono altri 39 positivi, la maggior parte sono migranti ospitati in Abruzzo

  • Ladri in gioielleria a Megalò, scatta l'allarme e perdono parte dei preziosi lungo i corridoi

  • Denunciati i responsabili dell'incendio al chiosco "La Villetta kebab" in piazza Garibaldi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento