rotate-mobile
Economia

Risarcimento danni del maltempo in decine di Comuni, restano in sospeso quelli per Chieti

Ecco quanti soldi arriveranno nei vari Comuni della provincia per le emergenze del 2013 e del 2015

36,5 milioni sono stati destinati all’Abruzzo per i danni degli eventi alluvionali verificatisi tra la primavera del 2013 e la fine del 2015. Il Consiglio dei ministri, nella seduta del 29 dicembre scorso, ha adottato le delibere con le quali è stato portato a compimento il percorso istruttorio per il riconoscimento e la concessione di contributi ai cittadini.

Per quanto riguarda i danni verificatisi nel 2013, sono stati finanziati 57 Comuni per un totale di 4.288.975,67 euro; restano in sospeso i risarcimenti, pari a 1.441.750,54 euro il Comune di Chieti e quello di Pescara che devono ancora completare le attività istruttorie.

Invece per quanto riguarda gli eventi calamitosi del 2015, sono stati finanziati 80 Comuni per complessivi 16.199.204,32 euro; restano in sospeso i risarcimenti, pari a 1.889.396,81 euro, per San Salvo, Lanciano, Villa Santa Maria e Chieti che devono ancora completare le attività istruttorie.

Nel frattempo procede l’istruttoria per i danni subiti dalle imprese in occasione dei medesimi eventi: il percorso, più complesso, si completerà nel primo trimestre del 2017. “Siamo giunti velocemente alla fine della procedura – ha commentato soddisfatto il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso – ed è fondamentale che il Governo abbia riconosciuto il diritto dei cittadini ad essere risarciti per i danni causati dal maltempo. Ringrazio sia l’ex premier Renzi che il presidente Gentiloni per la sollecitudine, e la Protezione civile regionale per aver agevolato con scorrevolezza l’iter istruttorio”.

I COMUNI FINANZIATI In provincia di Chieti Comuni finanziati per gli eventi di novembre-dicembre 2013 sono: Archi (20.605,45); Francavilla al Mare (479.447,02); Guardiagrele (6.006,53); Orsogna (6.608,02); Ortona (31.034,20); Rocca San Giovanni (10.205,19); San Giovanni Teatino (77.814,22); San Vito Chietino (12.756);Vasto (6.925,05).

Per gli eventi alluvionali di febbraio-marzo 2015: Ari (11.000); Bucchianico (42.912,17); Casacantidella (122.480); Casalincontrada (59.520,50); Castelfrentano (2.800); Francavilla al Mare (478,72); Gessopalena (11.200); Lanciano (117.417,99); Miglianico (119.530); Paglieta (1.435,33); Rocca San Giovanni (55.813,16); San Martino sulla Marrucina (91.812,80); San Salvo (233.815,06); Santa Maria Imbaro (6.750); Sant'Eusanio del Sangro (748,32); Schiavi d'Abruzzo (9.636,29); Torino di Sangro (4.000); Vasto (37.249,67).
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risarcimento danni del maltempo in decine di Comuni, restano in sospeso quelli per Chieti

ChietiToday è in caricamento