Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Effetto Ponte Morandi, boom di sopralluoghi anche sui viadotti nel chietino

Quadruplicata la richiesta di ponteggi di sostegno

Nel 2017 i ponteggi realizzati su viadotti, prevalentemente per operazioni di risanamento superficiale del calcestruzzo, erano stati 15. L'anno dopo il numero è schizzato a 50 per salire a 65 nel 2019 (+433% rispetto al 2017), con la differenza che molti degli allestimenti negli ultimi 15 mesi hanno avuto scopi ben più sostanziali di una manutenzione ordinaria. Euroedile, società dei ponteggi speciali di Paese (Treviso), lo definisce "l'effetto ponte Morandi": "L'attenzione dei gestori di infrastrutture viarie, in altri termini, dopo la tragedia di Genova del 14 agosto 2018, si è sensibilmente acuita e la necessità di verificare le condizioni statiche, soprattutto dei viadotti, si è fatta urgente. È principalmente per questo se ad Euroedile, da oltre un anno, non si chiedono solo ponteggi per sopralluoghi e interventi di risanamento o poco più, ma anche la posa in opera di strutture di rinforzo in grado di sostenere l'opera viaria in attesa del restauro".

Attualmente Euroedile, grazie alle 35 squadre di operai e tecnici specializzati, ha oltre 250 cantieri aperti su tutto il territorio nazionale ed europeo. Delle 65 richieste di intervento su viadotti e strade registrate nel 2019 ben 11 sono giunte dall'Abruzzo e altrettante dal Piemonte. Seguono la Liguria e l'Emilia Romagna, con 6 ciascuna, quindi Toscana e Campania, entrambe con 5 ordini (in Abruzzo, Piemonte e Toscana nel 2017 erano stati pari a zero). Uno sguardo alle istanze di sopralluogo pervenute agli uffici di Euroedile nei 12 mesi successivi all' agosto 2018, articolate per province, vede una prevalenza di Genova (25) seguita da Chieti (16), quindi Firenze (15), Torino (12) e Avellino (11).

L'aumento di istanze di 'puntellazioni ad altissima portata', segno dell'individuazione di criticità nella sicurezza dei viadotti non più rinviabili, ha dunque costretto l'azienda trevigiana a procedere all'assunzione di altri 30 addetti (che così sfiorano ormai le 150 unità) e a brevettare una particolare guida in alluminio su ruote per l'allestimento rapido di ponteggi sospesi su strutture viarie ad alta quota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Effetto Ponte Morandi, boom di sopralluoghi anche sui viadotti nel chietino

ChietiToday è in caricamento