Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Ecotur 2013: Chieti tra le proposte del turismo natura

Tradizioni, cultura, turismo e gastronomia tra le proposte dello stand comunale alla borsa internazionale del turismo, dal 12 al 14 aprile al Centro Espositivo della Camera di Commercio

Anche il Comune di Chieti in prima linea alla XXIII° edizione di Ecotur, la Borsa Internazionale del Turismo Natura che si svolgerà da domani, venerdì 12 aprile, fino a domenica presso il Centro espositivo della Camera di Commercio.

L’inaugurazione è alle 10 nella sede camerale in via Pomilio.

“All’interno di un’area espositiva di 36 metri quadri –spiega l’assessore alla Promozione Turistica, Marco Russo - Chieti offrirà agli operatori la sua migliore immagine turistico-culturale, cercando di mettere in luce una proposta variegata, durevole nel corso dell’anno, che spazia dal patrimonio artistico agli eventi culturali”.

Nello stand del Comune ci sarà un servizio di accoglienza qualificato affidato alle guide turistiche del corso curato dall’Ufficio Turismo e Cultura. “Grazie alla perfetta conoscenza della lingua inglese di alcuni ragazzi opportunamente selezionati – aggiunge Russo - riusciremo a promuovere la nostra città nei confronti dei buyers stranieri e della stampa estera”.

LO STAND Tre le sezioni dello stand del Comune di Chieti: una dedicata a “Gabriele d’Annunzio a Chieti”, impreziosita dalla testa in bronzo del Vate, di proprietà del Comune; un’altra imperniata sulla promozione turistica attraverso la proiezione di tutti i video fino ad oggi prodotti e l’esposizione di innumerevoli fotografie con un angolo dedicato alla “Settimana Mozartiana”; più un’altra area riservata alla riscoperta delle nostre tradizioni, un aspetto che l’amministrazione sta  incoraggiando attraverso manifestazioni comr il Carnevale d’Abruzzo, gli eventi della Quaresima e la Festa del Majo.

In quest’ultima sezione vi saranno esposte un’opera dell’artista Michetti, due terracotte di Costantino Barbella, la ricostruzione filologica dell’abito di Pettorano sul Gizio e l’originale ottocentesco dell’abito di Scanno, di proprietà della collezione del professor Francesco Stoppa.

Inoltre nello stand del Comune durante la tre giorni, le signore dell’associazione “Sciaravuje” cucineranno ed offriranno al pubblico piatti tipici della nostra tradizione culinaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecotur 2013: Chieti tra le proposte del turismo natura

ChietiToday è in caricamento