Economia

Intesa Sanpaolo: 2017 in forte crescita (+8,7%) l’export dei distretti industriali dell’Abruzzo

Vini di Montepulciano, mobili e abbigliamento i distretti con le migliori performance. In regione risultati superiori al dato medio delle esportazioni dei distretti italiani

Tito Nocerini

 Un 2017 fortemente positivo per le esportazioni dei distretti abruzzesi, che nell’arco dell’anno hanno registrato una crescita dell’8,7% (pari a 45 milioni di euro), con un aumento ancora più marcato (+10,3%) nel quarto trimestre. Questo quanto emerge dal Monitor dei distretti industriali dell’Abruzzo curato dalla Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo.

Forte incremento per l’export dei vini di Montepulciano (20 milioni di euro esportati in più, corrispondenti a una variazione del 13,7%), ottimi risultati per il mobilio (+10 milioni di euro, pari ad un incremento del 9,5%) e crescita sostenuta per l’abbigliamento sud-abruzzese (+24,5%) e nord-abruzzese (+9,3%). Nel distretto del Montepulciano, la provincia di Chieti ha registrato una crescita delle
esportazioni del 16,5%, raggiungendo quota 129 milioni di euro nel 2017.

export distretti abruzzesi-2

“Le aree distrettuali abruzzesi - spiega Tito Nocentini, direttore regionale di Intesa Sanpaolo - hanno realizzato risultati migliori, in termini di crescita delle esportazioni, rispetto al dato medio dei distretti italiani, che hanno registrato +5,3% nel 2017 ed un +6,4% nel quarto trimestre. L’Abruzzo si colloca al primo posto dal punto di vista della crescita delle esportazioni tra le regioni distrettuali del Mezzogiorno”.

Alla crescita hanno contribuito sia i mercati maturi che i nuovi. I mercati maturi (verso i quali sono destinate il 72,5% delle esportazioni) hanno registrato una crescita dell’8,5%, mentre i nuovi mercati hanno fatto segnare un più 9,4%. I principali sbocchi commerciali rimangono Stati Uniti, Svizzera, Germania, Francia, Canada e Regno Unito. Forte crescita in alcuni mercati emergenti come Russia, Cina e Hong Kong.

Anno positivo anche per il polo ICT dell’Aquila, che ha chiuso il 2017 con un aumento delle esportazioni pari a 49 milioni di euro, corrispondenti a una variazione positiva del 5%. Principali sbocchi commerciali del distretto aquilano sono gli Stati Uniti, la Cina e il Giappone, tutti in crescita.

In lieve calo unicamente il distretto della pasta di Fara, le cui esportazioni sono diminuite dell’1,7% rispetto al 2016.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa Sanpaolo: 2017 in forte crescita (+8,7%) l’export dei distretti industriali dell’Abruzzo

ChietiToday è in caricamento