Di Stefano (Fi): “La regione dei ritardi e del pressapochismo: l’Abruzzo perde anche Alitalia”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

“Quella  che doveva essere la Regione facile e veloce, dei trasporti e della viabilità , dall’elezione del Presidente D’Alfonso  ad oggi non ha fatto che perdere pezzi, in ultimo l’abbandono di Alitalia e della tratta Roma - Pescara” sono le parole dell’onorevole. Fabrizio Di Stefano a seguito della soppressione del collegamento aereo Alitalia Pescara - Roma.

“Il vero sconcerto è assistere alla perenne rincorsa ai problemi, senza risultati, del Presidente D’Alfonso che più che evitarli, si ritrova costantemente a mettere delle toppe su questioni che andrebbero affrontate con largo anticipo evitando che volgano al peggio, cercando anzi di migliorare le cose per il bene dei cittadini abruzzesi, come in questo ultimo caso Alitalia. E’ incredibile vedere che un Presidente di Regione e la sua Giunta debbano correre ai ripari costantemente su questioni strategiche della nostra Regione. L’incontro che oggi pomeriggio D’Alfonso avrà con Alitalia per tentare di far cambiare idea alla compagnia aerea è la rappresentazione dell’incapacità a gestire situazioni strategiche per la nostra Regione che non può permettersi questi pressapochismi” sottolinea Di Stefano.

“A questo punto, non riesco a comprendere su cosa sia incentrata la loro attività politica e quali pensino siano le priorità dei cittadini abruzzesi. Noi ovviamente  ci auspichiamo che la tratta Pescara - Roma si recuperi e che l’incontro produca effetti positivi, ma il dato dice che i problemi si anticipano e non si inseguono soprattutto per evitare disagi  ai tanti abruzzesi  che hanno prenotato i voli da Pescara e all’improvviso si sono trovati senza aereo e in una situazione di forte disagio. Cerchiamo di evitare queste brutte figure.” conclude l’on. Di Stefano.

Torna su
ChietiToday è in caricamento