Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A rischio i posti nella cooperativa Luna, sit-in dei lavoratori in Prefettura

In occasione dello sciopero nazionale dei lavoratori delle cooperative sociali, questa mattina presidio dell'Usb in Prefettura per denunciare la gestione degli esuberi nei CAS della provincia di Chieti

 

Presidio dei lavoratori della cooperativa Luna di Lanciano, che gestisce in appalto i CAS della Provincia di Chieti. Questa mattina, in occasione dello sciopero nazionale delle coop.sociali proclamato da Usb, si è tenuto il sit-in davanti la Prefettura e una delegazione è stata ricevuta dal capo gabinetto del prefetto.

Tra riduzione del personale, taglio delle risorse e chiusura dei centri, come avvenuto a Lanciano secondo le nostre stime dell'Unione Sindacale di base sono circa 20mila i lavoratori in tutto che rischiano di perdere il lavoro dall'oggi al domani, in maggioranza persone che non hanno più di 35 anni.

"Denunciamo l'arbitrarietà con la quale si sta procedendo alla gestione degli esuberi nei CAS della provincia di Chieti, l'assenza di un coinvolgimento delle parti sociali e la mancata individuazione di strade alternative ai licenziamenti" afferma il responsabile Usb Luigi Iasci.

Usb ha chiesto l'apertura di un tavolo tecnico in Prefettura con il coinvolgimento dell'assessore regionale per il lavoro Fioretti, della cooperativa che gestisce in appalto i centri della provincia e delle parti sociali oltre che un piano nazionale di tutela e reimpiego degli operatori espulsi dall'accoglienza.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento