rotate-mobile
Economia

Nonostante la crescita dei prezzi delle case, gli abruzzesi continuano a investire nel mattone

L’incremento degli acquisti è finalizzato alla messa a reddito e per difendere il capitale dall’incertezza del periodo

I tassi aumentano, i prezzi delle case anche eppure gli abruzzesi continuano a investire nel mattone. L’incremento degli acquisti è finalizzato alla messa a reddito e per difendere il capitale dall’incertezza del periodo. È quanto è stato evidenziato dall’ultima ricerca condotta dall’ufficio studi del gruppo Tecnocasa.

A tal proposito, la responsabile Fabiana Megliola ha affermato:

“Il mercato immobiliare italiano, in questo momento, sta mettendo in evidenza un rallentamento sull’onda dell’aumento dei tassi di interesse che sta limitando l’accesso al credito alle fasce più basse di reddito e sta riducendo, in generale, la disponibilità di spesa dei potenziali acquirenti. Infatti, nei primi tre mesi del 2023 i dati dell’Agenzia delle Entrate hanno rilevato una contrazione dei volumi di compravendite a livello Italia dell’8,3%. Dai primi risultati delle analisi che come Ufficio Studi stiamo conducendo, la prima parte del 2023 ha registrato un discreto aumento delle compravendite a uso investimento che sono passate da 16,8% a 19,6%. In diverse metropoli abbiamo di fatto segnalato un forte aumento degli acquisti finalizzati alla messa a reddito o semplicemente per difendere il capitale dall’incertezza del periodo”.

Com’è la situazione a Chieti? In verità la provincia teatina registra uno stallo. Non sono in aumento le compravendite ma nemmeno in diminuzione. Il mercato immobiliare in questo caso resta piuttosto stabile.

È invece fortemente cresciuto nella provincia di Teramo (6,9%), L’Aquila (5,7%) e infine Pescara (1,3%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonostante la crescita dei prezzi delle case, gli abruzzesi continuano a investire nel mattone

ChietiToday è in caricamento