menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cresce il traffico merci nel porto di Vasto, l'unico a gestione totalmente abruzzese

Nel primo trimestre dell'anno si è registrato un incremento del 70% rispetto al 2016 e del 100% rispetto al 2015, grazie a 183mila tonnellate di merci movimentate, di cui 147mila sbarcate e 36mila imbarcate

Il 2017 si è aperto con un segnale positivo per i traffici nel porto di Vasto. Nel primo trimestre dell'anno, infatti, si è registrato un incremento del 70% rispetto al 2016 e addirittura del 100% rispetto al 2015, grazie a 183mila tonnellate di merci movimentate, di cui 147mila sbarcate e 36mila imbarcate. Il dato è ancor più incoraggiante considerato che nel mese di gennaio, a causa del maltempo che ha flagellato l'Abruzzo e anche la costa, lo scalo non ha lavorato pienamente. Il numero di accosti è cresciuto essendo giunte in porto ben 38 unità mercantili contro le 32 del 2015 e le 36 del 2016 per 361mila tonnellate complessive. Questi risultati sono arrivati con l'introduzione di nuovi traffici: dopo diversi anni è tornato a sbarcare il grano, inoltre la produzione dei furgoni Sevel ha registrato un forte aumento.

Il segreto di questi numeri, come spiega in una nota la guardia costiera, si può attribuire a tutto il cluster marittimo e specialmente al lavoro degli operatori, delle imprese e alle agenzie marittime operanti in porto. 

Il porto è attualmente in fase di trasformazione, con l’aumento dei piazzali ricavati dall’abbattimento del vecchio mercato ittico e ora destinati allo stoccaggio delle merci (41mila metri quadrati), un'organizzazione di security al passo con le vigenti normative internazionali, un dragaggio in dirittura di arrivo per l’avamporto e a breve per il bacino interno. 

La guardia costiera mette in evidenza altri aspetti dello scalo "che altri porti, anche dello stesso Abruzzo - si legge nella nota - non possono assolutamente contendere ovvero: un piano regolatore approvato, un pescaggio all’ingresso del bacino di 15 metri, piazzali portuali, lontananza da centri abitati, vicinanza all’autostrada, un bacino d’interesse (Trigno e Sangro) molto cospicuo. Va precisato - conclude - che vista l’introduzione dell’Autorità di Sistema Portuale nei porti di Pescara e Ortona, il porto di Vasto è l’unico porto commerciale a gestione totalmente abruzzese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento