rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

Post Covid, Confartigianato Abruzzo: "Scadenze fiscali colpo di grazia per le imprese"

La confederazione degli artigiani chiede al governo di rinviare i pagamenti al 30 settembre, senza applicare maggiorazioni

“Dopo la stangata del lockdown e le criticità riscontrate nel corso della fase di riapertura, per migliaia di imprese rischia di arrivare il colpo di grazia, rappresentato dal pagamento di contributi previdenziali, imposte ed altre scadenze”. A dirlo è il presidente di Confartigianato Imprese Abruzzo, Giancarlo Di Blasio, che sottolinea come “il governo ha fatto orecchie da mercante e non ha ascoltato la richiesta di imprenditori e operatori finalizzata a riaprire i termini dei versamenti senza sanzioni”.

Secondo i rappresentati della federazione artigiana abruzzese, “l’unica soluzione sensata, da parte del governo, al fine di fornire un po’ di ossigeno alle aziende, sarebbe la proroga delle scadenze al 30 settembre, naturalmente senza applicare la maggiorazione dello 0,40% che annualmente corrisponderebbe ad un tasso del 4,80%, chiaramente eccessivo e fuori mercato”.

“In queste settimane – osserva il segretario regionale Daniele Di Marzio - le aziende hanno dovuto affrontare anche altre incombenze, con tutte le difficoltà facilmente immaginabili, a partire dagli adempimenti straordinari legati all’emergenza coronavirus e dalle limitazioni lavorative per i dipendenti.  Gli adempimenti sono triplicati e si aggiungono ad una mole di lavoro che gli stessi operatori del settore non riuscirebbero materialmente a smaltire rispettando la scadenza del 20 agosto prossimo. Senza contare i danni causati dai mesi di blocco totale dell’attività lavorativa – aggiunge l’esponente di Confartigianato Abruzzo – e senza dimenticare che dal 16 settembre occorrerà fare fronte ai pagamenti che erano stati sospesi a causa dell’emergenza sanitaria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Post Covid, Confartigianato Abruzzo: "Scadenze fiscali colpo di grazia per le imprese"

ChietiToday è in caricamento