Effetto Covid all'aeroporto d'Abruzzo: nel 2020 registrati 530 mila passeggeri in meno

Da gennaio a dicembre 2020 nello scalo abruzzese sono transitati ben 173.156 passeggeri. La Saga: "Dati positivi rispetto alle media nazionale"

Anche l’aeroporto d’Abruzzo ha risentito nel 2020 degli effetti del Covid-19. Da gennaio a dicembre 2020 nello scalo abruzzese sono transitati 173.156 passeggeri, a fronte dei 703.386 riconducibili allo stesso periodo del precedente anno, vale a dire 530 mila passeggeri in meno rispetto al 2019. 

Un dato che la società che gestisce lo scalo abruzzese giudica tutto sommato positivo se si guarda alla media nazionale.

“I dati sono in linea con tutti gli aeroporti italiani” spiega il presidente della Saga Enrico Paolini evidenziando che “l'aeroporto d'Abruzzo, nonostante i risultati registrati, ha giocato un ruolo fondamentale per il territorio, garantendo durante tutto il periodo di lockdown, non solo l'operatività dei servizi essenziali, ma anche funzioni sanitarie, voli di emergenza, militari e privati".

Le perdite sono state di circa il 75%. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento