menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alta formazione, scuola di psicoterapia, criminologia: il G.B. Vico scommette sul centro storico

Presentati i percorsi formativi programmati per i prossimi mesi. Nell'istituto lungo corso Marrucino presto anche un nuovo spazio culturale aperto alla città

E’ un progetto culturale di ampio respiro quello avviato da amministrazione comunale, Provincia di Chieti e Convitto nazionale G.B. Vico che comprende lo svolgimento di corsi e seminari di alta formazione proposti dalla Ikos AgeForm. Le lezioni, rivolte a docenti e studenti, si svolgeranno nelle aule del Convitto e, oltre a garantire un’alta formazione continua, contribuiranno alla crescita sociale del territorio. Una partnership che si è concretizzata anche grazie al lavoro svolto dallo sportello Informagiovani.

Corsi di alta formazione

I corsi sono stati presentati questa mattina nell’aula magna del G.B. Vico dall’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe Giampietro, dall’assessore alle Politiche Sociali Emilia De Matteo, dalla referente dello sportello Informagiovani Elisabetta Fusilli, dal presidente della Provincia Mario Pupillo, dalla vicepreside del Convitto nazionale G.B. Vico Alessandra Petrosemolo e da Fabio Gardelli, responsabile didattico della Ikos - Istituto di Alta Formazione. Imminente il seminario teorico pratico di Criminologia, che si svolgerà sabato prossimo dalle 15 alle 19 e il corso di alta formazione in Criminologia clinica profiling e prevenzione,  che vedrà tra i docenti il professor Francesco Bruno. Contestualmente è stato annunciato l’insediamento della scuola di specializzazione di Psicoterapia in Pnl terapeutica le cui lezioni si svolgeranno sempre nei locali messi a disposizione dal G.B. Vico.

“Ospitare i corsi altamente qualificanti della Ikos è motivo di orgoglio per la nostra città – ha commentato l’assessore Giampietro - sia per la qualità dei corsi, sia per ciò che essi offrono al territorio in termini di valenza formativa. Il G.B. Vico è un istituto particolarmente significativo sia per la sua antica tradizione, sia per la sua collocazione in centro storico dove affluirà un’utenza qualificata per la maggior parte formata da studenti, insegnanti e medici”.Assessori Giampietro e De Matteo, Presidente Pupillo, Elisabetta Fusilli e A. Petrosemolo-2

 “L’attivazione di questa importante collaborazione – ha proseguito l’assessore De Matteo – riveste particolare rilevanza nell’ottica di un orientamento costante e dinamico nel tempo. Ikos si è dimostrata attenta e lungimirante attivando un ventaglio di proposte che attengono anche all’area della mediazione familiare e alla prevenzione del disagio sociale e della criminalità. Ritengo, dunque, che l’essere riusciti a consolidare una partnership così importante, esempio di come la scuola e le istituzioni possono rilanciare il territorio con eventi di grande rilevanza culturale, non possa che contribuire alla crescita del tessuto sociale”.

Il Convitto spazio aperto alla cultura: i nuovi progetti

Proprio per rilanciare il territorio e il legame con il centro storico, il Convitto sin dalle precedente dirigenza della professoressa Politi e ora, con la professoressa Di Renzo, ha aperto le sue porte alla città ospitando, oltre ai corsi di formazione (attualmente si svolgono anche corsi di lingua), convegni e momenti culturali.

“Uno di questi – ha ricordato la vicepreside Alessandra Petrosemolo – è stato il Giardino delle pubbliche letture: la rassegna estiva dedicata alla lettura e coordinata dal Comitato cittadino per la salvaguardia e il rilancio di Chieti con le sue numerose associazioni afferenti. Ora – annuncia – il Convitto ha aderIto al progetto del Mibact Scuola spazio aperto alla cultura che si chiamerà Circumnavigando l’@rte e che comprende la riapertura di questo spazio alla città con attività culturali di ogni genere. Nello specifico verrà aperto al pubblico un piccolo auditorium all’ultimo piano dell’istituto. Il progetto verrà completato con la ristrutturazione di quella che una volta era l’appartamento del rettore”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento