menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sono un t1po: a Chieti il progetto di sensibilizzazione sul diabete infantile

Il progetto al Convitto Vico si avvale dell'utilizzo di due fumetti Disney vuol aiutare i bambini, gli insegnanti e le famiglie a comprendere meglio e a gestire il diabete nella quotidianità. Il dottor Tumini: "Oggi si propende troppo spesso per una alimentazione squilibrata, piena di proteine e grassi"

Arriva a Chieti, domani, martedì 23 maggio, Sono Un T1po, la campagna nazionale di sensibilizzazione sul diabete, rivolta a bambini in età scolare ed insegnanti.  Il progetto è ideato da AGDI (Associazioni Giovani Italiani con Diabete) in collaborazione con Eli Lilly e con il patrocinio di Siedp (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica) e di Diabete Italia. L’evento, accolto con entusiasmo dal rettore dirigente dottressa Paola Di Renzo e dalla professoressa Alessandra Petrosemolo, si svolgerà presso il Convitto Nazionale G.B. Vico, dove interverrà anche l'assessore alla Sanità Silvio Paolucci.

In Abruzzo oggi vivono circa 570 bambini e adolescenti con diabete mellito tipo 1 e l’età della diagnosi si riduce sempre più. Considerando l’ampia diffusione della malattia, quindi, occorre guidare i piccoli pazienti, i genitori e gli insegnanti all’interno di un percorso che li aiuti a conoscerla e a gestirla nella quotidianità. I bambini devono condividere la loro vita con il diabete anche con i loro amici e compagni.

La campagna che è iniziata nel 2013 ha già coinvolto per il 2017 le scuole di primo grado di Napoli, fa tappa a Chieti e successivamente si sposterà a Roma, Firenze e Palermo.

Durante gli incontri, inoltre, saranno presentati ai bambini i fumetti Disney “Coco torna a scuola” e “Coco e la festa di Pippo”, che vedono come protagonista Coco, una scimmietta simpatica e vivace che ha il diabete di tipo 1. I due fumetti nascono dalla collaborazione tra la multinazionale farmaceutica Eli Lilly e la Disney (Disney Consumer Products & Interactive Media). Il fumetto può favorire la gestione e la comunicazione con i compagni di classe del bambino con diabete. È uno strumento di aggregazione che può aiutare il bambino a condividere la propria condizione con i compagni di gioco, favorendo la condivisione e abbattendo molti pregiudizi.

Verrà poi presentato il documento strategico di intervento integrato per l’inserimento del bambino con diabete in contesti Scolastici ed Educativi redatto da AGD Italia, in collaborazione con il Ministero della Salute, Ministero dell’Istruzione e SIEDP che propone è di per sé un progetto di integrazione contro ogni tipo di discriminazione

Sarà presentato poi il concorso SONO UN T1PO, i cui temi saranno proprio quelli contenuti anche nei fumetti: “Sport e Diabete”, “Creatività e Diabete”, “Golosità e Diabete”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento