menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corso di formazione per operatori volontari per la custodia e la valorizzazione degli edifici di culto

L'iniziativa dell'arcidiocesi Lanciano-Ortona, con l'associazione di volontariato “La Santa Casa” è il primo passo per la realizzazione del sistema museale “Lanciano città d’arte di fede”

La presenza del grande numero di pellegrini determinato dal Santuario del Miracolo Eucaristico impone all’Arcidiocesi di Lanciano-Ortona notevoli sforzi per garantire un’apertura degli edifici religiosi che vada oltre le esigenze liturgiche.

Per questo, insieme all’associazione di volontariato “La Santa Casa”, costituitasi per garantire l’apertura delle chiese di Lanciano, l’arcidiocesi organizza il secondo corso di formazione per operatori volontari addetti alla custodia, tutela e valorizzazione di edifici di culto e dei beni culturali ecclesiastici.

Le attività del corso inizieranno sabato 5 maggio, alle ore 17.30, nella sala conferenze diocesana in largo dell’Appello 2, con l’intervento di Paolo Rondelli, già direttore degli Istituti Culturali della Repubblica di San Marino e ora responsabile comunicazione presso direzione generale della Funzione Pubblica, già ambasciatore della Repubblica negli Stati uniti e e ora ambasciatore- rappresentante permanente presso Unesco, sul tema “Strategie per la comunicazione dei Beni Culturali nell’era digitale”.

La realizzazione del corso di formazione, finanziato da fondi 8x1000 della Chiesa Cattolica, rappresenta una preziosa occasione per poter qualificare professionalmente quanti già operano volontariamente per la custodia, la tutela e la valorizzazione di edifici di culto e dei beni culturali ecclesiastici.

Il ciclo di lezioni, tenute da docenti altamente qualificati, verterà su argomenti come la legislazione dei beni culturali, il restauro, la conoscenza del patrimonio monumentale frentano, la didattica museale. Coloro che frequenteranno il corso teorico avranno poi la possibilità di completare la loro formazione nelle chiese del centro storico di Lanciano.

Si tratta di un’esperienza del tutto innovativa, che pone l’arcidiocesi di Lanciano-Ortona all’avanguardia tra quelle italiane. Il corso di formazione rappresenta infatti il primo passo per la realizzazione del sistema museale “Lanciano città d’arte di fede”, che vede consorziati, tra i primi esempi in Abruzzo, per una coordinata politica di promozione culturale e turistica, le chiese cittadine e il Museo Diocesano.

Le iniziative saranno coordinate dall'Associazione “La Santa Casa” in collaborazione con l’arcidiocesi di Lanciano-Ortona, il Comune di Lanciano, la soprintendenza archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo, la Delegazione Fai di Lanciano e l’Unpli delle Provincia di Chieti.

Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi all’associazione “La Santa Casa” presso l’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali o alla Segreteria del Corso 3389852635 lasantacasalanciano@gmail.com.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento