rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Corsi&Formazione

Cerimonia di chiusura al Marrucino per la consegna degli attestati di frequenza a tutti i “nonni tecnologici” [FOTO]

Si è chiuso il corso di alfabetizzazione digitale a Chieti. Ferrara e Maretti: “Pronti a promuovere un nuovo progetto per l’indipendenza tecnologica degli over 60”

Cerimonia di chiusura questa mattina al teatro Marrucino del secondo corso di alfabetizzazione digitale “nonni tecnologici”, percorso didattico voluto dall’amministrazione comunale di Chieti e finanziato con fondi del Ministero dell’interno per la sicurezza degli anziani, erogati dalla prefettura.

Quest'oggi la consegna degli attestati a tutti gli over 60 che hanno preso parte al corso, gestito dall’associazione Mondo Digitale di Mario Bisceglie. L’evento si è aperto con una consegna di un ringraziamento anche alla Prefettura per l’attenzione riservata al progetto e a Chieti Solidale e al Liceo Gonzaga, perché hanno fornito gli spazi per le lezioni. Ampia l’adesione, fra i frequentatori tanti professionisti e professioniste in pensione, insegnanti dei corsi anche il professor Pier Enrico Gallenga, eccellenza teatina dell’oculistica, il professor Domenico Castrataro, storico otorino della Asl di Chieti, oltre che docente universitario e il maestro Giuseppe Di Iorio, l’artigiano dei presepi. Sul palco anche il grazie dei nonni tecnologici all’amministrazione e all’associazione di Bisceglie, per l’iniziativa.

"Siamo contenti che questo corso digitale abbia avuto così tanto successo e che ci veda fra i primi Comuni in Italia a promuoverlo" hanno dichiarato il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alle Politiche sociali Mara Maretti annuncindo un nuovo progetto "per continuare l’alfabetizzazione con una maggiore curvatura sull’utilizzo dei social, della prevenzione delle truffe e la protezione dei dati digitali. A settembre intanto si chiuderanno i corsi per il 2023, per il 2024 aspetteremo la risposta della Prefettura, tenendo sempre in debita considerazione il fatto che ci sono ancora tante richieste per il corso di base, quindi cercheremo di assecondare anche quelle. Intanto bravi ai tanti che hanno risposto al nostro invito, mettendosi in discussione e aprendosi ad aggiornamenti che abbreviano anche il divario fra generazioni, fra nonni analogici e nipoti nativi digitali".

“Fa piacere vedere tanto entusiasmo e aver registrato tanto impegno da parte di ogni singolo partecipante, lezione dopo lezione – così Mario Bisceglie, il docente dei corsi – . Abbiamo lavorato insieme ai volontari dell’associazione perché questi speciali allievi acquisissero le capacità di utilizzo dei dispositivi e delle applicazioni informatiche attraverso un linguaggio semplice, esercizi pratici e metodologie didattiche mirate e a colmare il divario digitale che separa le generazioni anche sul territorio teatino". 

Nonni tecnologici 2023

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia di chiusura al Marrucino per la consegna degli attestati di frequenza a tutti i “nonni tecnologici” [FOTO]

ChietiToday è in caricamento