Corsi&Formazione

Giornata mondiale dei diritti dei bambini, gli alunni di via Lanciano fanno il tifo per Mammarella

I valori dello sport e del terzo settore negli incontri organizzati dal Kiwanis Professional Chieti Theate nelle scuole con il portiere della Nazionale Italiana di Calcio a 5

Il Kiwanis Professional Chieti Theate nelle scuole per fortificare la cultura dell’integrazione tra i giovanissimi. Per la Giornata mondiale dei diritti dei bambini il club ha voluto riaffermare, recandosi nel plesso di Via Lanciano a Chieti, l’importanza di logiche inclusive con un testimonial d'eccezione: il portiere della Nazionale Italiana di Calcio a 5 e dell’Acqua&Sapone C5, Stefano Mammarella

All’incontro con le classi quarte e quinte dell'istituto comprensivo 3 sono intervenuti il  presidente del Kiwanis Professional Chieti Theate Manuel Pantalone e la responsabile del plesso di via Lanciano Anna Maria Borgonsoli. “La giornata - afferma Pantalone - ha lo scopo di promuovere tra i più piccoli la cultura dell’inclusione. Partire dai ragazzi delle primarie è l’unico modo per porre l’accento su tematiche che risultano difficili da inculcare col passare degli anni. La testimonianza dell’amico Stefano Mammarella è fondamentale perchè certifica la funzione dello sport come straordinario aggregatore sociale. Abbiamo dunque confermato il nostro fermo supporto in favore del mondo dell’istruzione anche sotto il profilo educativo rafforzando principi per noi imprescindibili”.

Per l’estremo difensore della nazionale Mammarella “parlare agli alunni delle primarie ci da la possibilità di divulgare quei valori che solo lo sport è in grado di trasmettere, non mi riferisco unicamente alla capacità aggregativa ma altresì alla diffusione della cultura del merito che è fondamentale da insegnare ai ragazzi”.

Poi la responsabile di plesso Borgonsoli ha sottolineato l’importanza del terzo settore ed ha ringraziato il Kiwanis Club Professional Chieti Theate per la costante vicinanza certificata anche attraverso azioni tangibili che vanno incontro alle esigenze della scuola. 

Infine si è proceduti alla concretizzazione di un contest che ha posto agli alunni delle classi quarte e quinte il compito di realizzare un’illustrazione, con inerente corpo testuale, volta alla descrizione della propria idea di integrazione. Hanno altresì partecipato all’iniziativa il medico Mariella De Santo e la docente Irene Di Palma del Kiwanis club cittadino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale dei diritti dei bambini, gli alunni di via Lanciano fanno il tifo per Mammarella

ChietiToday è in caricamento