A Ortona si discute di “Umani, Macchine e Regole”

Il convegno è organizzato dall’associazione Romano Canosa per gli studi storici, dedicata alla figura del giudice originario di Ortona, ma vissuto a Milano

Il giudice Canosa

L’associazione Romano Canosa per gli studi storici, dedicata alla figura del giudice originario di Ortona, ma vissuto a Milano, anche quest’anno organizza un convegno legato alle tematiche affrontate dal giudice nelle sue numerose pubblicazioni.

Il rapporto tra Diritto, Scienza e Nuove Tecnologie, così come il rapporto tra uomo e macchina, sarà affrontato nel corso del convegno “Umani, Macchine e Regole” che si terrà a Ortona, lunedì 7 ottobre, alle ore 10, al Teatro Tosti.

Questi argomenti sono diventati elementi caratterizzanti della società e del modus vivendi. Darsi regole consente una vita associata equa. Ma allora viene prima il diritto o la scienza? O meglio, il diritto insegue le scoperte scientifiche oppure, vietando e promuovendo la ricerca, predetermina le possibili scoperte? Può una visione matura fare emergere il diritto e la tecnologia come elementi primari della costruzione della nicchia ecologica umana? E’ possibile un dialogo che superi le barriere disciplinari e componga un quadro ricco, intellettualmente stimolante e socialmente proficuo?

Questi i temi che Amedeo Santosuosso, già presidente della prima sezione della Corte d’Appello a Milano e professore di Diritto, Scienza e Nuove Tecnologie nell’università di Pavia, esporrà nella sua relazione "Tracce di diritto nel futuro". Gabriella Bottini, che insegna Neuroscienze nell’università di Pavia, nella sua relazione "Come ricordano gli umani e come ricordano le macchine" parlerà delle possibilità di costruire robot con componenti non solo cognitive ma anche emotive avanzate, del dibattito scientifico, della curiosità sulle differenze tra uomo e robot e della paura serpeggiante del dominio robotico sulla mente umana indotta dalla possibilità di costruire robot con componenti emotive avanzate. Al di là di questa visione un po’ romantica delle potenzialità della scienza tecnologica, resta un argomento completamente aperto al confronto quello delle differenze per esempio della memoria e delle capacità percettive tre uomo e macchina e delle componenti etiche e legali di una società auspicabilmente aperta e senza pregiudizi su questi argomenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al convegno interverranno Leo Castiglione, sindaco di Ortona e Goffredo Tatozzi, presidente dell’ordine degli avvocati di Chieti che ha accreditato l’evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e i modi per tutelarsi dal contagio

  • Se ne è andata la professoressa Lea Curti Pancella

  • Coronavirus: 116 nuovi casi in Abruzzo, 40 in provincia di Chieti

  • Coronavirus: dimesso dall'ospedale un paziente trattato con il farmaco sperimentale Tocilizumab

  • Rallentano i decessi: cinque anziani morti nelle ultime ore, uno è di Ortona

  • Coronavirus in Abruzzo, Marsilio: "Un pizzico di speranza dai dati dei nuovi contagi"

Torna su
ChietiToday è in caricamento