menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alla d'Annunzio una giornata alla scoperta del gospel, tra corsi e concerti

Si inizierà con seminari e interventi trasversali. Seguirà una parte pratica con laboratori e stage. Al termine, ci sarà un grande concerto dell’Abruzzo Gospel Big Family. Protagonisti gli studenti dell'ateneo

Una giornata dedicata alla scoperta, all’approfondimento, alla sperimentazione e alla celebrazione del gospel all’università d’Annunzio, giovedì 12 aprile, a partire dalle ore 15.30. 

L’evento, che si aprirà con i saluti istituzionali del rettore Sergio Caputi e dei sindaci di Chieti, Umberto Di Primio, e di Pescara, Marco Alessandrini, è articolato in tre momenti. 

Si inizierà con seminari e interventi trasversali. Seguirà una parte pratica con laboratori e stage. Al termine, ci sarà un grande concerto dell’Abruzzo Gospel Big Family, che vedrà insieme due gruppi dell’area metropolitana, cioè i “Gospel Sound Machine” di Chieti e i “The Original NewPort Gospel Singer” di Pescara, con il coro di contemporary worship music “Holy Fire”, costituito interamente da studenti della d’Annunzio.

La manifestazione, che ha avuto il patrocinio del Comune di Chieti e del Comune di Pescara, è stata organizzata da un gruppo di lavoro coordinato da Stefano Trinchese, prorettore con delega ai rapporti con enti e organismi culturali regionali e nazionali, e composto dalla Consulta degli Studenti e delle associazioni studentesche, dall’associazione culturale Art_in_Lab, presieduta dalla professoressa Elisabetta Fazzini e da Nicola Di Nardo.

“Questo progetto - spiega Trinchese - vuole legare la formazione universitaria alla celebrazione del gospel. Nato circa 400 anni fa, è stato la colonna sonora della lunga stagione che ha visto la deportazione e la riduzione in schiavitù dei neri africani in America del nord, imponendosi poi come fenomeno musicale e culturale a livello mondiale. Voglio sottolineare altri due aspetti importati di questa nostra iniziativa. L’iniziativa prevede la partecipazione attiva dei nostri studenti, attraverso la loro consulta e alle varie associazioni che li rappresentano. Inoltre, grazie al contributo spontaneo e generoso dei due cori Gospel di Chieti e di Pescara, tutto verrà realizzato praticamente a costo zero per l’ateneo, poiché forniranno anche il supporto tecnico per i laboratori, gli stage e anche per il concerto finale”.

Uda gospel day: il programma completo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento