menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
l'arcivescovo Bruno Forte presenta il congresso in Curia

l'arcivescovo Bruno Forte presenta il congresso in Curia

Duecento studenti si incontrano per parlare di università, formazione e lavoro

La FUCI sceglie Chieti per il 65° congresso nazionale. L'apertura dei lavori giovedì 5 maggio con il segretario della CEI monsignor Nunzio Galantino e il direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano

Studenti universitari da tutta Italia si incontrano a Chieti per riflettere e analizzare il rapporto tra giovani, formazione e lavoro nel contesto sociale ed ecclesiale. Saranno circa duecento i giovani che da giovedì prossimo a domenica parteciperanno al 65° Congresso Nazionale FUCI (Federazione Universitaria Cattolica Italiana) che, partendo dall’università d’Annunzio, coinvolgerà alcuni luoghi simbolo della città: il teatro Marrucino, La Civitella, la cattedrale di San Giustino. Tra i relatori monsignor Nunzio Galantino, segretario generale CEI, il dottor Roberto Napoletano, direttore de Il Sole 24 Ore, la docente e formatrice Floriana Cesinaro dell’istituto comprensivo “Galilei”, il dottor Patrik Vesan, esperto di secondo welfare e politiche giovanili italiane ed europee e il dottor Lorenzo Piovanello, philanthropy advisory. 

“A Chieti toccheremo le grandi questioni che tutti giovani hanno: che ne sarà di noi? Che possibilità di lavoro e di inserimento nella società? Il protagonismo giovanile. La mancanza di lavoro ha inciso sui giovani per oltre il 40%  – ha spiegato l’arcivescovo Bruno Forte rimarcando il legame della Curia con l’università, come con le Quaestiones quodlibetales – ecco perché questo congresso che tocca il tema fede e storia affronta le varie questioni dei giovani oggi”. 

L’apertura dei lavori è fissata per giovedì alle 16 nell’Auditorium dell’Università d'Annunzio con un incontro dal titolo “Nella Chiesa e nella Società in ascolto del Presente”: interverrà Roberto Napoletano, giornalista e scrittore, dopo la prolusione di monsignor Nunzio Galantino. L’altro momento aperto al pubblico, soprattutto giovane, sarà quello di venerdì mattina al teatro Marrucino (ore 10) con una tavola rotonda sul valore dell’investimento nella formazione, politiche giovanili come risorsa, etica e utilità sociale del lavoro. In cattedrale e all’auditorium Cianfarani della Civitella si terranno rispettivamente i momenti di preghiera (la messa sarà celebrata domenica mattina alle 8,30) e di assemblea.

"Vogliamo guardare alla realtà concreta in cui viviamo, ecclesiale e sociale, riacquistando consapevolezza, responsabilità e coraggio" è il messaggio lanciato dai due presidenti nazionali della Fuci, Marianna Valzano e Marco Fornasiero. 

LA FUCI - La Federazione Universitaria Cattolica Italiana è stata fondata nel 1889 a Roma con l’obiettivo di opporsi alle correnti laiche, anticlericali e positivistiche presenti nel mondo della scuola e degli studi universitari e per rivendicare la presenza di un laicato cattolico giovane e attivo in grado di imporsi attraverso l’impegno culturale anche nel campo scientifico, conciliando fede e studio. Quest’anno ricorre il 120esimo anniversario della fondazione. A Chieti la Federazione è attiva negli spazi universitari e all’intenro della parrocchia di Madonna delle Piane dove i membri, tutti studenti fuorisede, si incontrano e collaborano anche con altri gruppi religiosi come la Società San Giovanni e l’Azione Cattolica. I referenti locali sono Maria Giovanna Parisi e Stefano Di Giorgio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento