menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondi europei, a Francavilla uno sportello di progettazione comunitaria e corsi di formazione

Lo sportello migliorerà la capacità degli enti di intercettare tutti finanziamenti possibil, il corso di formazione ha invece l'obiettivo di aumentare le competenze interne. Il progetto coinvolge diversi comuni della Val di Foro

Il Comune di Francavilla al mare assieme ad altri comuni della Val di Foro ha ottenuto un finanziamento di 70.000 euro  sul bando regionale Empowerment delle istituzioni locali, per il sostegno alla gestione associata dei servizi di progettazione, programmazione e accesso ai finanziamenti resi disponibili a valere su programmi europei, nazionali e regionali. Il progetto è stato ottenuto anche grazie al partenariato con i Comuni di San Giovanni Teatino, Miglianico, Torrevecchia, Villamagna, Vacri, Ripa Teatina e Ari. Prevede l'apertura di uno sportello di progettazione comunitaria e un ciclo di formazione per il personale degli enti suli temi della progettazione, del monitoraggio e della gestione dei fondi europei, nazionali e regionali.

I dettagli sono stati illustrati dal vicesindaco di Francavilla, Francesca Buttari. Lo sportello, nello specifico, gestito da un team multi professionale, non solo dovrà migliorare la capacità degli Enti di intercettare tutti finanziamenti possibili, ma dovrà essere una sentinella per tutto il territorio, comunicando all'esterno, alle imprese, ai professionisti, alle associazioni e a tutta la società civile le numerose opportunità di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali. Sarà quindi centrale tutta la strategia di comunicazione esterna, soprattutto costruita sul sito web e i canali sociale (Facebook, Instragram, Telegram, News Letter etc.), sulla quale il progetto investe risorse organizzative e finanziarie.

Il corso di formazione ha invece l'obiettivo di aumentare le competenze interne all'ente in tema di progettazione e gestione dei fondi comunitari, attraverso moduli specifici che spazieranno dalla formazione in tema di lettura di dati statistici fino alla contabilità di progetto e all'uso delle principali piattaforme informatiche per il monitoraggio e la rendicontazione della spesa comunitaria.

"Questo filone di attività è molto importante - sottolinea il vicesindaco"Francesca Buttari - perché le amministrazioni pubbliche hanno bisogno di occasioni di maturazione e di apprendimento in tema di progettazione e gestione di risorse comunitarie. E' sempre ancora alto il ricorso all'esterno per questo tipo di attività. Per questo siamo molto contenti di riuscire a dare questa occasione al nostro Ente. L'obiettivo principale del progetto è quello di creare e sedimentare delle competenze che superino il progetto stesso e di dare ai nostri comuni la possibilità di accedere a tutte le risorse aggiuntivi possibili, in questo momento di sempre minore disponibilità di risorse ordinarie. In questi anni - conclude - abbiamo fatto già moltissimo in termini di accesso ai finanziamenti europei e nazionali, solo internalizzando le competenze gli enti vinceranno le sfide del futuro, nel quale chi saprà attingere di più e meglio alle risorse comunitarie, nazionali e regionali, sarà più capace di dare risposte adeguate ai propri territori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento