Corsi&Formazione Chieti Scalo

Luca Romano Onlus: partiti i Corsi di Antifortunistica Alcol e Lavoro

Partito il progetto “Alcol, sostanze alternati la psiche e il lavoro" della Onus Luca Romano: venti allievi verranno formati per informare i datori di lavoro e i lavoratori sulla rilevanza dell’uso dell’alcool e droghe in ambito lavorativo e sui suoi riflessi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Questa mattina presso il CIAPI - Università D'Annunzio di Chieti ha preso inizio il Corso Antinfortunistico Alcol e Lavoro promosso dalla Fondazione Luca Romano Onlus.

L’Inail, la Fondazione Luca Romano Onlus, l’Università degli studi “G. d’Annunzio” e l’AIFOS, hanno stipulato una convenzione con la finalità di fornire ed informare i datori di lavoro e i lavoratori sulla rilevanza dell’uso dell’alcool e droghe in ambito lavorativo e sui suoi riflessi non solo dal punto di vista clinico, ma anche dal punto di vista giuridico previdenziale - assistenziale.

Una tale attività, oltre ad integrare progetti terapeutici specifici ed eventualmente in corso, si propone di incidere sulla cultura e sulle concezioni di vita degli utenti, sia a fini riabilitativi sia con intenzioni preventive.

Il fenomeno complesso della “dipendenza” si collega infatti strettamente alle crisi d’esistenza soprattutto in età adolescenziale e giovanile. Più che ad una malattia ci troviamo a confrontarci con un disagio generazionale e le motivazioni risultano pertanto,oltre che psicologiche personali, fortemente socioculturali e collettive.

L’Università formerà con Corsi teorico/pratici alcuni tutor, venti in tutto, i quali a loro volta saranno gli esperti che aderiranno alle iniziative formative delle Associazioni di categoria.

Coscienti di tutto questo, gli operatori in formazione, saranno in grado di proporre valori alternativi, modalità inedite per motivare sia l’adesione al lavoro sia l’organizzazione del tempo libero.

Operatori scelti anche nell’ambito delle “Scienze Motorie” potranno, per studi ed esperienza, essere particolarmente adatti per proporre modelli di salute “Naturale” e di adesione ad una cultura ecologica tanto da indurre cambiamenti significativi e radicali per quanto concerne i comportamenti di “dipendenza”.

Tale attività prevenzionale si realizzerà grazie alla collaborazione della Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, CNA, Confartigianato, CIA, Confagricoltura, Cnai e Cgil i quali hanno aderito al progetto ed inseriranno nei loro pacchetti formativi obbligatori anche lezioni facoltative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Romano Onlus: partiti i Corsi di Antifortunistica Alcol e Lavoro

ChietiToday è in caricamento