menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti nuova 3 febbraio: si chiude il XXIV corso di Educazione alla Legalità

L'ultimo incontro mercoledì 10 maggio nell'auditorium della scuola media "G. Chiarini"

Si concluderà mercoledì 10 maggio, alle 9,30 nell’auditorium della scuola media “G. Chiarini”, il  XXIV corso di Educazione alla Legalità promosso e realizzato dalla Sezione Distrettuale Abruzzese dell’Associazione Nazionale Magistrati e dall’Associazione Chieti nuova 3 febbraiosul tema “Non cadere nella Rete – internet e i diritti della persona”

Interverranno i magistrati Giuseppe Bellelli, Angelo Bozza, Alessandra De Marco, Angelo Zaccagnini e la dirigente del compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni – Abruzzo Elisabetta Narciso. L’incontro prevede l’introduzione dei magistrati e della dirigente della Polizia Postale, la proiezione degli elaborati prodotti dalle singole scuole, la premiazione delle scuole e degli studenti.

Da novembre a maggio hanno partecipato al XXIV corso le Scuole Medie di Chieti V. Antonelli, G. Chiarini-C. De Lollis, Convitto Nazionale “G. B. Vico” ; di Fara F. Petri - sedi di Casacanditella, Casalincontrada, Roccamontepiano; di Francavilla F. Masci; Ortona, Fonte Grande, n.1, via Mazzini n. 2; di Ripa Teatina, Torrevecchia Teatina M. Buonarroti;  San Giovanni Teatino G. Galilei.

“L’idea di proporre e di organizzare corsi di Educazione alla Legalità nelle Scuole è nata nel 1994, - ricorda l’associazione Chieti nuova 3 febbraio - ad opera della sezione Abruzzese dell’Associazione Nazionale Magistrati e di Chieti nuova 3 febbraio, con l’intento di  riaffermare il ruolo della scuola nella società democratica come luogo della formazione della cultura Costituzionale ed Istituzionale. Infatti, compito della scuola è promuovere una vera autentica azione culturale e far crescere nella coscienza del giovane l’ansia di Giustizia e il rispetto della Legge,  realizzando un rapporto corretto tra istituzioni, tese, entrambe, pur in modi diversi, a recuperare il senso dello Stato, la cultura delle regole”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento