Ambiente: giovani da tutta Europa nelle aree protette con il progetto Erasmus +

Il progetto vede protagoniste le tre Oasi Wwf Calanchi di Atri, Cascate del Verde e Lago di Serranella prese come buone pratiche e spazi di lavoro

 “L’educazione Non Formale e quella ambientale per facilitare la partecipazione e l’inclusione dei giovani” è il tema del progetto Erasmus+ approvato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e presentato dall’Arci di Chieti in collaborazione con l’Istituto Abruzzese Aree Protette.

Il progetto è il risultato di una partnership locale ed internazionale che vede coinvolte sei tra associazioni no profit, centri giovanili, imprese sociali e centri di educazione ambientale europei provenienti da Italia, Bosnia Erzegovina, Regno Unito, Montenegro, Albania e Bulgaria e diversi stakeholder abruzzesi quali l’Istituto Abruzzese Aree Protette, la Cooperativa Terracoste, l’associazione Guide del Borsacchio, l’Oasi Wwf Lago di Serranella, l’Oasi Wwf Calanchi di Atri e l'Oasi Wwf “Cascate del Verde”.

Il progetto intende realizzare un percorso educazionale, conoscitivo, formativo ed esperienziale basato sui principi dell'educazione non formale combinandoli con gli strumenti dell’educazione ambientale e i temi dello sviluppo sostenibile in modo da valorizzare il "capitale n aturale" per incentivare pratiche di dinamizzazione e partecipazione all'interno delle Comunità locali nonché di permettere il coinvolgimento diretto e l'inclusione sociale dei giovani, soprattutto quelli provenienti da condizioni di svantaggio geografico ed economico.

Un totale di 92 partecipanti, provenienti dai sei paesi europei che costituiscono il partenariato e 32 giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni saranno impegnati in tutte le attività previste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quattro gli incontri internazionali: un seminario metodologico a Casoli e nei territori dell'Oasi di Serranella, una visita di studio per conoscere buone prassi nell’area di Blackpool (Inghilterra), un training course per la formazione di operatori che avrà luogo a Borrello e uno scambio giovanile internazionale fra le aree protette della costa teramana. Quattro webinar verranno inoltre realizzati sui temi che saranno decisi direttamente dai partecipanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento