Martedì, 18 Maggio 2021
Corsi&Formazione

Apnee notturne: a Chieti un centro di screening per cura e formazione

I fattori di rischio riguardano anche chi svolge un’attività lavorativa. Il convegno all'università d'Annunzio sabato 8 luglio

Il Centro di screening dei disturbi respiratori ostruttivi del sonno dell’Università e della Asl di Chieti diretto dal professor Neri ha organizzato per domani, sabato 8 luglio, un incontro formativo nell’ambito del programma “Guida sicura” del Piano regionale di prevenzione 2014-2018 per i medici del lavoro. Il convegno si svolgerà dalle ore 8 alle 17.30 a Chieti presso l’Auditorium del Rettorato.

Il Centro di screening è ormai punto di riferimento per la cura di tale patologia e a esso si rivolgono ogni anno numerosi pazienti non solo abruzzesi. In Italia si stima che oltre 1.600.000 persone soffrano della sindrome delle apnee ostruttive durante il sonno (OSAS).I costi socio-sanitari stimati degli incidenti stradali attribuiti a tale patologia, secondo uno studio recente (al quale ha collaborato l’Istituto Superiore di Sanità), ammontano in Italia a circa 840 milioni di euro l’anno. Il dato è tuttavia sottostimato, a causa della scarsa conoscenza del problema anche da parte dei medici, e ciò riduce le probabilità di prevenzione, diagnosi precoce e trattamento.

Numerosi studi sugli effetti della terapia medica (attraverso dispositivi a pressione positiva continua nelle vie aeree) e chirurgica (tramite dispositivi di avanzamento mandibolare) dell’OSAS mostrano un netto miglioramento delle performance alla guida (con significativa riduzione degli incidenti stradali) in pazienti con patologie delle alte vie respiratorie che comportano eccessiva sonnolenza diurna.

I fattori di rischio riguardano anche chi svolge un’attività lavorativa. Da qui il momento formativo destinato ai medici del lavoro con particolare riferimeno a epidemiologia, fattori di rischio e costi derivati dell’OSAS; rapporto esistente fra mancata diagnosi, mancato trattamento e rischio di incidenti stradali; ricadute della patologia in termini di salute pubblica;  sistemi di gestione della sicurezza del traffico stradale; normative vigenti in materia di idoneità alla guida dei soggetti con OSAS e strategie comunitarie, con particolare riferimento ai guidatori professionali (autisti, autotrasportatori).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apnee notturne: a Chieti un centro di screening per cura e formazione

ChietiToday è in caricamento