Economia

Coronavirus, la Cgil accanto a Oss e ausiliari sanitari: "Passati da eroi e invisibili"

Il sindacato, appreso dell'accordo sulla premialità per gli operatori della sanità, non ha sottoscritto l'accordo regionale né quello aziendale

“Si è passati dagli ‘eroi’ agli ‘invisibili’”. La Cgil Fp, appreso dell'accordo sulla premialità per gli operatori della sanità che hanno affrontato l'emergenza Covid da marzo ad aprile, sottolinea che la Asl Lanciano Vasto Chieti "ha dimenticato i circa 500 operatori socio-sanitari (Oss) e gli ausiliari che lavorano nelle cooperative dei servizi ospedalieri esternalizzati dalla Asl ed è per questo – si legge sulla nota del sindacato – che la Cgil non ha sottoscritto l'accordo regionale né quello aziendale".

Rivolgendosi al direttore generale della Asl 2, Thomas Schael, la sigla sindacale si dice dispiaciuta del fatto “che un direttore generale si dimentichi di tutti coloro che sono stati esclusi, che hanno pagato un prezzo altissimo in termini di contagio, che percepiscono stipendi bassi e che quotidianamente sopperiscono anche a carenze organizzative, sempre disponibili, che vivono nella precarietà poiché legati a un appalto”.

Infine la Cgil-Fp ricorda che “abbiamo avanzato mesi fa una proposta concreta per la reinternalizzazione dei servizi. Attendiamo. Naturalmente, ci sono tantissimi altri lavoratori delle cooperative che svolgono altre attività e sono stati parimenti ignorati, unitamente ai medici convenzionati del 118”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Cgil accanto a Oss e ausiliari sanitari: "Passati da eroi e invisibili"

ChietiToday è in caricamento