menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coordinamento regionale Città dell’Olio: "Un marchio per i ristoranti che usano olio abruzzese"

Alla riunione erano presenti i rappresentanti di Bucchianico e Rapino. Tra due settimane appuntameno a Siena

Un marchio per i ristoranti abruzzesi che usano oli extravergine prodotti nelle Città dell’Olio. E’ questa una delle proposte lanciate dal coordinamento regionale delle Città dell’Olio dell’Abruzzo nel corso della prima riunione sotto la presidenza del coordinatore Domenico Pavoneche.

All’incontro hanno partecipato i rappresentati delle Città dell’Olio abruzzesi: Bucchianico, Controguerra, Moscufo, Montefino, Pianella, Rapino, Santomero, Tocco di Casauria, Vittorito e la CCIAA Chieti Pescara. 

Dopo il saluto di benvenuto del Coordinatore regionale Domenico Pavone e del Vicepresidente delle Città dell’Olio Carmine Salce, si è parlato della partecipazione alle Celebrazioni del 25° anniversario della nascita dell’Associazione nazionale Città dell’Olio che si terrà a Siena il 29-30 novembre e 1 dicembre.

Inoltre, è stato fatto un bilancio della Camminata tra gli olivi, esperienza sulla quale si intende investire di più in termini di comunicazione. Ampio spazio è stato dato alla discussione sulle iniziative da mettere in campo come Coordinamento regionale con particolare riferimento al progetto dell’etichetta delle Città dell'Olio sulle produzioni olivicole delle Città dell’Olio che hanno aderito al disciplinare che attualmente è in fase di costruzione.

Dal dibattito infine è emersa la volontà di prevedere per i ristoratori abruzzesi che utilizzano olio delle Città dell'Olio, una targa da esporre all'ingresso del ristornate per valorizzare con un riconoscimento la scelta di utilizzare oli del territorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento