Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia Ortona

Le potenzialità del porto di Ortona, esperti a confronto sul futuro dello scalo

Maria D'Alessandro, già assessore alle attività portuali, riunisce sulla nave adria ferries gli esperti italiani ed esteri del settore. Tutti concordi: enormi potenzialità da sfruttare

Grandi margini di miglioramento e una certezza: il porto di Ortona può entrare con un ruolo da protagonista nel sistema delle autostrade del mare, creando occupazione e sviluppo per l'intero Abruzzo. È questa la sintesi degli interventi del convegno “Ortona, la verità sul porto”, tenutosi ieri sulla banchina dello scalo da Maria D'Alessandro, già assessore comunale con delega alle attività portuali che ha portato a bordo della nave Claudia dell’Adria Ferries alcuni dei massimi esperti italiani ed esteri sul tema.

"Abbiamo voluto questa giornata per valutare le potenzialità del porto di Ortona e vedere quali sono le maggiori possibilità di sviluppo, cercando di coinvolgere le migliori realtà da tutta Italia e dall’estero", ha detto Maria D’Alessandro. Ad Ortona sono arrivati i responsabili di alcuni dei più importanti porti italiani: il dottor Guido Vettoré, responsabile Sviluppo dell’Autorità Portuale di Ancona; Tommaso Affinita, amministratore delegato di Rete Autostrade Mediterranee; Pasqualino Monti, presidente nazionale di Assoporti, nonchè dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

Un dato in particolare ha suscitato l'interesse degli imprenditori e delle associazioni datoriali, presenti all'incontro, quello relativo ai ritorni economici. Centocinquanta euro investiti su un porto adriatico producono un ritorno fino a 275 euro. Fondamentale però è l'utilizzo dei fondi Fas per il dragaggio del porto, per incrementare la profondità dei fondali e allargare le navi che possono entrare così nel porto.

Al convegno hanno partecipato anche Giulio Sottanelli, onorevole della Camera dei Deputati per Scelta Civica; Enrico Di Giuseppantonio, presidente della Provincia di Chieti; Paolo Primavera, presidente di Confindustria Chieti; Alessandro Pavlidi, presidente di Adria Ferries; Teodoro Calabrese, membro del Polo Abruzzese d’Innovazione Trasporti e Logistica; Fabrizio Giovannone, comandante della Capitaneria di Porto di Ortona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le potenzialità del porto di Ortona, esperti a confronto sul futuro dello scalo

ChietiToday è in caricamento