Consorzio bonifica sud, Febbo: “Bloccare e rinviare le elezioni consortili”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

"Indire le elezioni al Consorzio Bonifica Sud è un atto pretestuoso poiché la decisione arriva dopo ben quattro anni di attesa, dopo quattro Commissari e soprattutto senza che le vere problematiche del mondo agricolo siano stato affrontate e risolte". E' quanto afferma il Consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega: "La fuga in avanti del commissario Amicone è solo l'ennesima furbata per favorire la sua permanenza all'interno dell'Ente ormai prossimo al default finanziario". "Amicone, all'indomani delle dimissioni del Governatore D'Alfonso – prosegue Febbo - ha immediatamente indetto le elezioni consortili che si dovrebbero tenere il giorno 02.12.2018, proprio a ridosso delle elezioni regionali che daranno all'Abruzzo sicuramente un esecutivo diverso da quello attuale a guida del Pd. Ricordo come il consorzio era stato Commissariato nell'anno 2014 dal Governatore D'Alfonso "a causa della pessima situazione finanziaria dell'Ente".

Sono passati quattro anni, si sono succeduti quattro commissari e nonostante le risorse "sottratte" al mondo agricolo (più di due milioni di euro), nonostante il contributo della stessa Regione (più di cinquecentomila euro), nonostante le entrate derivanti dai lotti di Chiauci finanziati (più di un milione e cinquecentomila euro) e nonostante il riaccertamento dei residui effettuati (residui passivi eliminati pari a tre milioni di euro), l'ente gestito da Amicone chiude il Bilancio con un disavanzo di circa 12 milioni di euro. I conti parlano chiaro e dicono che il disavanzo dell'Ente vastese è peggiorato. "Il Consorzio di Bonifica Sud invece di ridurre i dirigenti e i dipendenti li ha aumentati a dismisura – aggiunge ancora il Consigliere di Forza Italia - tanto che l'ho ribattezzato un vero e proprio postificio. Per anni ho chiesto le elezioni e adesso, sapendo che non verrà riconfermato, il Commissario Amicone, in maniera del tutto arbitraria, le ha indette in tempi record. Pertanto rivolgo un appello alle Organizzazioni professionali affinché le elezioni si svolgano solo dopo quelle regionali e con un esecutivo operativo al fine – conclude Febbo - di dare al Consorzio di Bonifica Sud una guida nuova e autorevole e, soprattutto, che restituisca dignità e voce al mondo agricole del vastese". 

Torna su
ChietiToday è in caricamento