Confindustria Abruzzo sull'ipotesi di nuovo lockdown: "Devastante per la nostra regione"

Il presidente di Confindustria Abruzzo, Marco Fracassi ha evidenziato come nessuno possa permettersi un nuovo stop generale delle attività

"Un altro lockdown generale sarebbe devastante per l'economia abruzzese e dell'intero Paese". Ad dirlo è il presidente di Confindustria Abruzzo, Marco Fracassi, che è intervenuto subito dopo le notizie di peggioramento del quadro sanitario in Abruzzo.

Fracassi sottolinea come nessuno possa permettersi un nuovo stop generale delle attività, e forse nei mesi scorsi con il quasi azzeramento dei contagi si è sottovalutata la situazione.

"In questi mesi - dice Fracassi - c'è stato l'impegno nel sostenere la produzione, ma anche la riconversione verso i dpi e poi l'adeguamento alle misure di sicurezza del protocollo anti-Covid. Oggi rischiamo di finire in un collo di bottiglia, con il rischio di ripetersi delle attività produttive che sarebbe impensabile, senza contare che si avvicina gennaio quando scadrà il blocco dei licenziamenti e sarà un momento difficile per aziende e lavoratori".

Per Confindustria servono "misure concrete dal Governo per stimolare l'economia ed infrastrutture come la trasversalità tirreno adriatica che vadano ad inserirsi nel piano già presentato di potenziamento della rete ferroviaria fra Roma e Pescara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento