rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Economia

Bufera Confcommercio, il presidente Allegrino: denuncio i "faziosi"

Il presidente di Confcommercio Chieti ribadisce in una nota l'estraneità ad ogni accusa circa l'utilizzo "allegro e personale dei fondi a disposizione" e fa sapere di procedere con le opportune azioni giudiziarie

“Tutto quello che è accaduto in questi mesi a Confcommercio arriva esclusivamente da una posizione faziosa di alcuni consiglieri dimissionari e sarà oggetto di specifiche denunce-querele. Confcommercio non è morta, anzi, si continua a lavorare con nuova progettualità e nuova forza”. Il presidente di Confcommercio Chieti, Angelo Allegrino, ribadisce la sua posizione e quella dell’associazione.

Il presidente si dichiara estraneo ad ogni accusa circa l’utilizzo “allegro e personale dei fondi a disposizione” e precisa che “il giorno in cui i 'faziosi' diffondevano notizie diffamatorie era quello che precedeva lo svolgimento delle elezioni provinciali della Confcommercio (18 luglio 2013): sembra evidente dunque lo scopo denigratorio e fini elettoralistici”.

Allegrino fa sapere di aver già provveduto a fornire alla Procura tutti i chiarimenti e le prove necessarie, comprese tutte le anticipazioni personali per i pagamenti di alcune scadenze, attraverso il suo legale, l’avvocato Marco Femminella. “l rapporto tra prelievi per pagamenti d’ufficio e anticipazioni mie personali – spiega ancora - dimostra come a tutt’oggi io risulti in larga misura ancora creditore.

Ma ho ritenuto opportuno procedere con le opportune azioni giudiziarie anche in sede penale con riserva di risarcimento dei gravi danni materiali e morali subiti a causa delle condotte illecite e strumentali da parte di tutti quelli che si sono prestati ad accuse infamanti e ad una altrettanto infamante falsa e gratuita gogna mediatica. In tale fase la Confcommercio si costituirà parte civile. I rimborsi che otterremo per i danni subiti saranno devoluti in beneficenza”.

E conclude con una supposizione: “Non ho potuto fare a meno di notare la coincidenza temporale del fatto che tutto ha avuto inizio subito dopo le mie nette prese di posizione contro la piattaforma petrolifera Ombrina mare e il progetto del Campus Automotive”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera Confcommercio, il presidente Allegrino: denuncio i "faziosi"

ChietiToday è in caricamento