Economia

I Cobas dicono no ai licenziamenti alla Conad di Lanciano

Il sindacato sollecita le forze sociali e politiche, a cominciare dalle istituzioni locali, a schierarsi accanto ai lavoratori, cosa che finora hanno fatto solo Rifondazione Comunista e Sinistra Anticapitalista

"Siamo alle solite: un'azienda annuncia un calo dei profitti ed a pagare le spese sono i lavoratori; l'impresa perde fatturato ed a subirne le conseguenze sono gli unici che negli anni hanno fatto sacrifici". Questa la dura accusa dei Cobas contro la decisione della società Pianeta di licenziare i lavoratori del Conad Superstore di Vasto. 

"Eppure - dice il sindacato - nonostante le minacce di licenziamento partite senza mezzi termini da Pianeta, lavoratrici e lavoratori hanno mostrato una esemplare capacità di resistenza, respingendo al mittente la indecente proposta di ulteriore riduzione dello stipendio e ulteriore flessibilità. In pratica, quello che pretendono i dirigenti di Pianeta, è la piena disponibilità delle lavoratrici e dei lavoratori. Nonostante ciò, non risulta proclamata l’agitazione sindacale e lo sciopero". 

I Cobas non sono presenti tra le rappresentanze sindacali elette all'interno del supermercato, ma si dichiarano "a disposizione della vertenza, a fianco delle lavoratrici e dei lavoratori in lotta, che certamente verranno indotti, se già non è stato fatto, a ripensare alla decisione di non accettare le proposte indecenti dell'azienda. Ci auguriamo che ciò non avvenga, anche se sappiamo quali drammi possano causare le minacce di licenziamento". 

Il sindacato sollecita le forze sociali e politiche, a cominciare dalle istituzioni locali, a schierarsi accanto ai lavoratori, cosa che finora hanno fatto solo Rifondazione Comunista e Sinistra Anticapitalista. "Ma finora non è accaduto: l’amministrazione comunale - lamentano - non ha espresso ancora alcuna parola di sostegno e solidarietà con le lavoratrici e i lavoratori a rischio licenziamento e si è, di fatto, schierata con la proprietà. La posizione assunta in consiglio comunale, ribadita alla stampa, considera i licenziamenti inevitabili. Rinunciando a qualsiasi ruolo positivo e attivo e, addirittura, cercando di scaricare la responsabilità su altri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Cobas dicono no ai licenziamenti alla Conad di Lanciano

ChietiToday è in caricamento