rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Economia

Comuni dell'entroterra senza Adsl: carenza non tollerabile nel 2013

Il presidente della Provincia per la riduzione del digital divide: "Non ci sono più alibi né scuse, dotare tutto il territorio dell'Adsl a banda larga. Sono i cittadini a chiederlo, hanno diritto a servizi efficienti e all'avanguardia"

"E' giunto il momento di completare il processo di riduzione del digital divide e dotare anche tutti i comuni dell'entroterra della Provincia di Chieti della rete di telecomunicazione Adsl a banda larga". A sostenerlo è il Presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, tempestato dalle lettere di protesta ormai quotidiane di cittadini che giustamente si lamentano di una carenza non tollerabile nel 2013, con i conseguenti svantaggi nella vita quotidiana di residenti e turisti.

“Nonostante i miei numerosi e continui solleciti presso le società nazionali del settore e le rassicurazioni che ci sono state date, ad oggi non abbiamo alcun concreto riscontro – spiega il Presidente - eppure così si penalizza seriamente un territorio che ha già dato tanto al processo di crescita e di industrializzazione. La Provincia - sottolinea - in stretta collaborazione con i Comuni e con tutti i soggetti interessati, sta mettendo a punto un articolato piano di rilancio dell’economia turistica nell'intero territorio provinciale, dalla costa all'entroterra.

Urge quindi intervenire in tempi stretti per eliminare definitivamente questo gap e ci auguriamo che la notizia apparsa sugli organi di stampa locali relativa all'impiego di fondi europei per superare il digital divide nell'entroterra vada in porto e che, finalmente, tutti i cittadini possano trovare i medesimi servizi di qualità nelle grandi città così come nei piccoli centri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comuni dell'entroterra senza Adsl: carenza non tollerabile nel 2013

ChietiToday è in caricamento