L'appello di Coldiretti: "Niente corse ai supermercati, non c'è pericolo approvigionamento di alimenti"

Per l'associazione "non è giustificabile una corsa agli acquisti" come accaduto ieri sera anche a Chieti, dopo l'adozione delle nuove misure per fronteggiare il Coronavirus

Non esistono in Abruzzo pericoli di approvvigionamento di beni alimentari, non è quindi giustificabile una corsa agli acquisti. Lo dice Coldiretti Abruzzo in considerazione dell’aumento record, su base nazionale, del 6,8% (dati Istat) della produzione di alimenti e bevande a gennaio evidenziando che “è necessario il rispetto delle nuove norme di sicurezza, emanate dal Governo, per evitare inutili e pericolosi affollamenti”.

Ieri sera, dopo la conferenza stampa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con le nuove disposizioni per fronteggiare il Coronavirus, anche in un supermercato di Chieti, in tantissimi sono accorsi per riempire carrelli e borse, temendo di trovare gli scaffali vuoti nei prossimi giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’approvvigionamento alimentare - sottolinea la Coldiretti - è garantito grazie al lavoro di migliaia di aziende agricole,  imprese di lavorazione alimentare e di una capillare rete di distribuzione. In tal senso – dice Coldiretti Abruzzo – oggi più che mai è importante il ruolo dei mercati di Campagna Amica, che in Abruzzo si trovano a Chieti, Pescara e Teramo, che garantiscono gli approvvigionamenti alimentari e mantengono vivo il tessuto produttivo locale con l’offerta dei prodotti del territorio a chilometri zero. Nei mercati e negli agriturismi di Campagna Amica – aggiunge Coldiretti Abruzzo - sono state adottate tutte le precauzioni per garantire la sicurezza con la disponibilità di disinfettanti, l’invito a non toccare la merce e ingressi contingentati per evitare affollamenti e, in alcuni casi,  stanno nascendo anche iniziative per l’ordinazione e la consegna a domicilio della spesa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento