menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Saraceni

Saraceni

Cna Chieti esce da Rete Imprese Italia: "Rotto il patto con le Pmi"

Il presidente della Cna di Chieti Savino Saraceni annuncia l'uscita della confederazione artigiana dalla sigla unitaria: "Rottura dovuta all'improvviso voltafaccia operato proprio da due sigle di Rete Imprese Italia, come Confcommercio e Confartignato"

“Non esistono più le condizioni per proseguire a Chieti l’esperienza di Rete Imprese Italia”. Lo afferma il presidente della Cna di Chieti, Savino Saraceni, che è anche presidente di turno del raggruppamento di piccole imprese del commercio e dell’artigianato.

Dopo Casartigiani anche la Cna dunque annuncia l’uscita della confederazione dalla sigla unitaria. Alla base della decisione di Saraceni, che conferma però l’impegno di proficua collaborazione con la stessa Casartigiani e con la Confesercenti, oltre alle associazioni che rappresentano il mondo dell’agricoltura, le recenti vicende che hanno portato alla rottura del patto sottoscritto tra le stesse componenti di Rete Imprese Italia sul rinnovo degli organismi camerali teatini: “Rottura - accusa Saraceni - dovuta all’improvviso voltafaccia operato proprio da due sigle di Rete Imprese Italia, come Confcommercio e Confartignato. Associazioni che dopo aver sottoscritto con noi ben due documenti, senza mai sollevare obiezioni, hanno deciso di tradire la parola data, e rompere l’unità del mondo della piccola impresa. Un motivo, questo, per dire che non esistono più ragioni per proseguire una collaborazione nel nome dell’interesse delle piccole imprese: interesse gettato alle ortiche di fronte alle “sirene” confindustriali e a questioni personali”.

Quanto al nuovo assetto camerale che si va delineando, con l’indicazione della presidenza Di Vincenzo, Saraceni osserva: “Non possiamo esprimere il nostro consenso al candidato di Confindustria per la presidenza della Camera. Quella che si va delineando è una maggioranza nella quale non ci riconosciamo, che non  condividiamo  che non possiamo sostenere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento