rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Economia

Cisl: l’andamento occupazionale in Abruzzo non migliora

Nei primi nove mesi di quest'anno la cig ordinaria è aumentata del 7%. La Cisl chiede immediatamente la convocazione delle Consulta del Patto per lo Sviluppo

In Abruzzo, a settembre 2013, sono state autorizzate 3 milioni e 697mila ore di cassa integrazione, per complessivi 28 milioni di ore nei primi nove mesi dell'anno, contro i 24 milioni dello stesso periodo 2012. Ad elaborare i dati Inps è la Cisl Abruzzo, secondo cui ''l'andamento occupazionale non migliora'' ed è necessario ''intervenire per adottare misure importanti di sostegno al mercato del lavoro''.

Stando ai dati nei primi nove mesi di quest'anno la cig ordinaria è aumentata del 7%.

“È necessario, di fronte al perdurare della situazione economica che non tende ad attenuarsi, intervenire subito per adottare alcune misure importati di sostegno al mercato del lavoro abruzzese, per questo come Cisl, chiediamo immediatamente la convocazione delle Consulta del Patto per lo Sviluppo” spiega il segretario generale Maurizio Spina.

La Cisl Abruzzo Molise propone alla Regione di prevedere delle risorse per le aree di crisi nel Pacchetto Presto2, “perché la situazione economica ed occupazionale  risulta drammatica in queste aree e senza una prospettiva di ripresa,  quindi sono necessarie risorse specifiche, per fronteggiare la situazione e promuovere spazi per lo sviluppo, dando speranza alle popolazioni interessate, - continua  Spina- rivendendo modalità di funzionamento”. Nei giorni scorsi Cgil, Cisl e Uil hanno presentato un documento unitario che coinvolgerà anche le associazioni imprenditoriali, sulla nuova programmazione dei Fondi strutturali Europei 2014-2020.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl: l’andamento occupazionale in Abruzzo non migliora

ChietiToday è in caricamento