Sabato, 16 Ottobre 2021
Economia San Giovanni Teatino

Chiusura farmacia comunale a San Giovanni Teatino, Cgil: scelta politica?

La preoccupazione maggiore è per i cittadini, a cui mancherebbe un servizio fondamentale, dato che la farmacia offre numerose prestazioni. Lunedì ci sarà un incontro

La Cgil Funzione Pubblica Chieti dice no alla chiusura della farmacia comunale di San Giovanni Teatino stabilita dal consiglio comunale e annuncia che lo ribadirà nel corso dell'incontro convocato per lunedì (12 novembre).

Lo scorso 7 novembre c'è stato un incontro fra l'amministrazione e i rappresentanti sindacali, chiesto da questi ultimi dopo la decisione. Ma per la Cgil questo non ha sciolto "i numerosi dubbi e perplessità circa tale vicenda. La sensazione - per il sindacato - è che la decisione di vendere non corrisponda ad una scelta obbligata da ragioni tecnico-finanziarie ma sia semplicemente una scelta politica".

La preoccupazione maggiore è per i cittadini, a cui mancherebbe un servizio fondamentale, considerato che la farmacia comunale offre numerose prestazioni. E per la Cgil l'amministrazione avrebbe potuto ovviare all'emergenza finanziaria "evitando ad esempio di procedere ad acquisire altri beni per i quali sembra siano state impegnate notevoli risorse".

Senza contare che la vendita della farmacia comporterebbe la perdita di posti di lavoro. Ma per la Cgil l'attenzione dell'amministrazione ai dipendenti della farmacia sarebbe "tardiva", anche perché sarebbe arrivata "con l’invitare i dipendenti a produrre domanda di mobilità verso altri enti. Ricordiamo nel merito che qualora un'amministrazione intenda cedere propri beni e servizi nei quali sia impiegato personale dipendente ha l’obbligo di avviare preventivamente le procedure previste dalle leggi e dai contratti.

Nel corso di tale iter si esplicitano le condizioni, puntuali e dettagliate, che hanno determinato tali scelte". Per il sindacato non questo passaggio non è avvenuto "ed ancora  oggi non ci sono stati forniti gli elementi tecnici che hanno implicato tale decisione".

Il sindaco Luciano Marinucci, però, ha già chiarito che dal suo punto di vista "vendere la farmacia comunale non significa chiuderla né mandare a casa i suoi dipendenti né tantomeno cancellare un servizio pubblico per i cittadini"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura farmacia comunale a San Giovanni Teatino, Cgil: scelta politica?

ChietiToday è in caricamento