Economia Centro Storico / Corso Marrucino, 121

Confartigianato: Capezzone e Chiodi sui consorzi Fidi

Oggi alle 17 in provincia il Convegno su imprese e banche, per illustrare i problemi di accesso al credito da parte delle imprese e il ruolo chiave dei consorzi Fidi

“Imprese-banche: Questione di feeling. Il ruolo prezioso dei Consorzi Fidi” E’ il titolo del convegno organizzato da Confartigianato e in programma questo pomeriggio a partire dalle 17 nella sala consiliare della Provincia di Chieti.

Durante il dibattito interverranno Daniele Capezzone, portavoce nazionale del Pdl, Gianni Chiodi, presidente della Regione Abruzzo, Alfredo Castiglione, Assessore Regionale alle Attività Produttive, e Silvio Di Lorenzo, presidente della Camera di commercio di Chieti. Non mancheranno i rappresentanti degli istituti di credito come Roberto Sbrolli, direttore generale Carichieti, Fabrizio Di Marco, direttore generale Bcc Sangro Teatina e Francesco Simone, direttore commerciale di Artigiancassa. A fare gli onori di casa Mario Gasbarri, presidente di Creditfidi, Daniele Giangiulli, direttore di Creditfidi nonché segretario regionale di Confartigianato.

Si affronteranno le annose problematiche di accesso al credito lamentate dalle imprese locali, specie quelle artigiane. “Le maglie delle banche -spiega Giangiulli- si sono strette ulteriormente e per le aziende è diventato uno scoglio quasi insormontabile accedere a finanziamenti in un periodo, peraltro, di oggettiva crisi economica”.

Non a caso la provincia di Chieti, nel 2010, è stata la maglia nera d’Abruzzo con 4 miliardi di euro erogati alle imprese, appena lo 0,5% di quanto concesso dagli istituti di credito a livello nazionale. In compenso in consorzi Fidi, solo nel 2010, hanno garantito 478 milioni di euro nella provincia di Chieti.

“La verità -aggiunge Giangiulli- è che le banche spesso e volentieri scaricano sui consorzi Fidi la responsabilità dei finanziamenti alle imprese ma i confidi non hanno sostegno dalle istituzioni pubbliche”. Per questo verranno avanzate una serie di proposte concrete per voltare pagina. La parola d’ordine è fare squadra. “Ci appelliamo alle istituzioni, alla Regione in primis che deve svolgere un ruolo strategico- dice Giangiulli- per stringere nuove sinergie con gli istituti di credito in modo da agevolare e accompagnare le imprese fuori dalla crisi.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato: Capezzone e Chiodi sui consorzi Fidi

ChietiToday è in caricamento